Italia, un Paese sempre meno a misura di giovani

0
163
Immagine di jannoon028 su Freepik

Italia, un Paese sempre meno a misura di giovani. Nonostante ciò, in riferimento all’ultima legge di bilancio, ai giovani è stato destinato soltanto il 3% delle risorse stanziate.

Italia, il delicato scenario giovanile

Partendo da una constatazione purtroppo obiettiva, l’Italia non è un paese per giovani. La novità, invece, è in termini di statistiche. Riguardo alla “fuga di cervelli” e cioè di giovani qualificati che dall’Italia emigrano in altri paesi, i numeri reali di chi parte sono il triplo di quelli stimati. Questo secondo uno studio realizzato di recente dalla Fondazione Nord Est assieme all’associazione Talented Italians in the UK. Sulla base di dati Istat e quelli degli uffici statistici degli altri paesi europei. Seguendo questo calcolo, dal 2011 al 2021 sarebbero stati circa 1,2 milioni gli italiani tra i 20 e i 34 anni a lasciare l’Italia. Ad emigrare, però, sono anche i giovani a bassa qualificazione. Non parlando dell’ulteriore e tragico gap territoriale che vede coinvolti i giovani del Sud Italia. Situazione che peggiorerà qualora l’autonomia differenziata dovesse divenire realtà.


Vari i motivi di questo esodo, al primo posto la questione economica legata al lavoro. Con stipendi molto più alti rispetto a quelli italiani, la possibilità di trovare un lavoro che corrisponda alla propria formazione e la possibilità di ricoprire posizioni apicali già in giovane età. A seguire migliori welfare, trasporti, verde e digitale. Nonchè la possibilità di fare impresa grazie ad un’adeguata fiscalità.

Decrescita giovanile, le conseguenze

La perdita di capitale umano comporta diverse conseguenze, per il nostro bel Paese. Oltre a limitare la natalità di popolazione ed imprese, essa riduce l’innovazione e la capacità di rivoluzioni importanti circa il futuro. Si pensi a quella verde e digitale. Non a caso, l’Italia sta diventando un paese di anziani. Stando agli ultimi dati Istat, i giovani italiani tra i 18 e 34 anni sono in continua diminuzione nel nostro paese. L’Italia, infatti, è diventata tra i paesi dell’Unione Europea con la più bassa incidenza di giovani sulla popolazione. E’ necessario ed urgente invertire questo trend.

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui