Stra2sphera: il progetto campano che lancerà un pallone sonda nell’atmosfera

0
378

di Orlando Caprino

Dalla Campania partirà un pallone sonda ad elio che raggiungerà la stratosfera, una regione dell’atmosfera compresa tra 11 km e 50 km. Una volta lì il pallone esploderà e rilascerà un contenitore che, con un paracadute, atterrerà. Con un GPS per essere rintracciato, una telecamera che filmerà le immagini, quindi la curvatura terrestre, il globo da altitudini improbabili e i suoni delle fasi di ascesa e discesa. STRA2SPHERA dovrà coordinarsi con l’ENAC per il lancio del pallone poiché durante il suo viaggio di circa 3 ore e 30 minuti gli aerei diretti o in partenza da Capodichino potrebbero avvistarlo o intercettarne il percorso.

Sarà possibile mandare il proprio nome nella stratosfera, ricevere una foto della missione con un messaggio personalizzato o un portachiavi, dipende dalla donazione che si farà sulla piattaforma GoFundMe. Raccolta fondi di Claudia Guerra : STRA2SPHERA: il nostro spazio nello Spazio (gofundme.com)

Stra2sphera: il progetto campano che lancerà un pallone sonda nell’atmosfera

Tramite la piattaforma di crowdfunding è iniziata la raccolta fondi per questo primo lancio. A questo ne seguiranno altri con esperimenti scientifici legati a Dipartimenti di Facoltà con i quali i ragazzi di STRA2SPHERA già fanno rete, come il Dipartimento di Biologia della Università degli Studi di Napoli Federico II. Ciò che distingue STRA2SPHERA da un semplice lancio fine a sé stesso, è proprio l’obiettivo di sviluppare un programma che dia l’opportunità ad altri studenti o aziende interessate di accedere ad un ambiente molto simile a quello spaziale per testare le loro tecnologie e portare avanti piccoli esperimenti ad alta quota.

SEDS unina è una associazione universitaria legata all’Ingegneria Aerospaziale, che fa rete con gli altri Dipartimenti promovendo una visione interdisciplinare e uno scambio di saperi tra i diversi Dipartimenti della Federico II di Napoli in rete con le altre associazioni universitarie sul territorio nazionale SEDS Italy. Qui a Napoli tra i membri abbiamo Claudia Guerra e Raffaele Minichini, i quali stanno portando avanti un progetto molto interessante che vi invito a leggere ai seguenti link:

Home – SEDS Unina

Raccolta fondi di Claudia Guerra : STRA2SPHERA: il nostro spazio nello Spazio (gofundme.com)

Mi sono congratulato con l’ingegnere Claudia Guerra di Casoria (NA) per complimentarmi con lei, l’articolo della più giovane laureata in ingegneria aerospaziale, a soli 21 anni, merita un riconoscimento, abbiamo così iniziato un confronto e mi ha descritto il progetto STRA2PHERA.

Claudia Guerra
Presidente e co-founder SEDS unina
STRA2SPHERA Team Leader e co-founder
Studentessa del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Aerospaziale con specializzazione Spazio all’Università degli Studi di Napoli Federico II
https://www.linkedin.com/in/claudiaguerra6

Le ho chiesto cosa l’abbia motivata per affrontare la scelta di questa facoltà “Sono sempre stata affascinata da tutto ciò che avesse a che fare con lo Spazio, da piccola leggevo libri illustrati sull’astronomia, al liceo ho iniziato a seguire le live della NASA e immaginare di lavorare un giorno ad una di quelle missioni che mi sembravano così lontane. Ingegneria Aerospaziale è stata la naturale evoluzione di questa passione unita ad un’innata predisposizione per le materie scientifiche.” Ci siamo raccontati che un ingegnere aerospaziale un tempo fu assunto come analista economico, “la facoltà ci prepara di base al ragionamento logico che si adatta a qualsiasi complessità”. “Interstellar – Star Wars – sono tra i film che più mi hanno colpito in questo ambito”

Una domanda che non potevo risparmiarmi ha avuto una chiara risposta “è possibile che piccole colonie lasceranno forse un giorno la Terra, non per abbandonarla ma per motivi scientifici”

Gli stati finanziano innanzitutto lo studio degli armamenti che portano poi migliore adottate dall’uomo, si immagini che internet era solo una rete militare. Anche per l’aerospazio è simile, spesso tecnologie progettate per lo Spazio con il tempo vengono adottate dai civili nella quotidianità. Parlando anche di carne sintetizzata ad esempio come possibile alimento per gli astronauti oggi, dei cittadini domani.

Parlando di Elon Musk, mi ha detto “Spesso non concordo con le sue idee, ma devo ammettere che un po’ di follia in questo ambito non guasta. Basta pensare al concetto dei razzi riutilizzabili: quando la Space X ha iniziato a progettare lanciatori che potessero essere recuperati e usati più volte nessuno avrebbe immaginato il successo di oggi. Ho avuto la fortuna lo scorso novembre di ospitare all’università un’ingegnera della Space X che ha lavorato a quel progetto durante i primi anni ed è stato incredibile ascoltare direttamente la sua testimonianza.”

Raffaele Minichini

STRA2SPHERA Team Leader e co-founder

Studente del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Aerospaziale con specializzazione Spazio all’Università degli Studi di Napoli Federico II

https://www.linkedin.com/in/raffaele-minichini

Raffaele Minichini mi ha raccontato i suoi progetti. Al momento gli manca un esame per conseguire la Laurea Magistrale con tanta passione ed esperienza. “La Federico II ha partecipato con il Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale a numerose progettazioni di satelliti ma ora, con la missione DAPHNE, l’oggetto della mia tesi, punta anche a realizzarne per la prima volta uno”.  Il progetto è condotto in collaborazione con il Distretto Aerospaziale della Campania.

Si è avvicinato allo spazio per la prima volta guardando i video, le immagini ed i reportage della missione Rosetta dell’Agenzia Spaziale Europea. Durata dal 2004 al 2016, è stata la principale missione Cornerstone del programma EA Horizon 2000 per l’esplorazione dei corpi minori del sistema solare. Rosetta è stata la prima missione spaziale ad orbitare per un lungo periodo e a rilasciare un lander, Philae, sul suolo di una cometa, la 67/P Churyumov-Gerasimenko.

“Gli Atenei italiani hanno avuto un ruolo fondamentale nella progettazione e costruzione di Philae, il lander che ci ha permesso per la prima volta di avere immagini del suolo e dei gas emessi da una cometa”

Dopo aver conosciuto Andrea Accomazzo, ingegnere aerospaziale di Domodossola e Flight Director di Rosetta, alla domanda “Cosa vorresti fare da grande?” Raffaele ha sempre risposto e ancora risponde “Andrea Accomazzo”.

STRA2SPHERA è la prima campagna di lancio di palloni sonda ad elio interamente concepiti, costruiti e lanciati in Campania.

Leggi anche:

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui