Sicurezza sul lavoro, inizia a scuola tra i banchi

0
118

La sicurezza nel lavoro è materia di rilevante importanza, in ottica di tutela della salute e della vita, pertanto, sarebbe necessario la promozione della cultura della sicurezza nella scuola, con il pieno coinvolgimento degli allievi, che saranno i lavoratori e la classe dirigente del domani.

L’educazione alla salute e sicurezza sul lavoro rappresenta un punto importante per la crescita del cittadino. La normativa in materia d.lgs. 9 aprile 2008, n.81 ha al suo interno l’obiettivo di avvicinare il cittadino-lavoratore ad una cultura della prevenzione, affinchè ci sia una piena sicurezza sui luoghi di lavoro.

La scuola, pertanto, ambiente di vita per gli allievi e luogo di lavoro per i docenti, è il luogo primario della prevenzione, dove la formazione alla salute e alla sicurezza può trovare un terreno fertile sul quale radicarsi e diventare patrimonio dell’individuo e del gruppo, fin dai primi momenti di socializzazione.

La formazione che si svolge nelle aule scolastiche, infatti, è determinante nell’impostare negli allievi i comportamenti adeguati e gli stili di vita sani, oltre che favorire un maggiore assorbimento delle procedure e delle normative che dovranno rispettare una volta inseriti nel mondo del lavoro.

Vi è da sottolineare, che visto l’aumento di morti e malattie nell’ambiente lavorativo è assolutamente necessario e primario rivedere il ruolo educativo e formativo della scuola nel fornire gli strumenti culturali e le attività umane utili all’inserimento in un futuro ambiente lavorativo.

La formazione sulla sicurezza sul lavoro ha la base metodi tecno-scientifici di ricerca informazione e documentazione in materia di prevenzione degli infortuni
e malattie.
In particolare la promozione e divulgazione della cultura della salute e della sicurezza del lavoro nei percorsi formativi scolastici e universitari rientra tra i compiti istituzionali, ai sensi del decreto legislativo su citato.
Ovviamente, la formazione tra i banchi di scuola deve considerare le esigenze dei docenti in relazione all’educazione alla salute e sicurezza dell’allievo, nonché ci deve essere un rapporto diretto e partecipativo con i vari organi istituzionali che si occupano del mondo del lavoro soprattutto in ambito di tutela e sicurezza.

Vi è da dire che nel caso di “alternanza scuola-lavoro” (commi 33 – commi 43 della legge 107/2015), è prevista  obbligatoriamente una formazione generale in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D. Lgs n. 81/08 s.m.i.

E’ importante che gli allievi delle scuole superiori abbiano una cultura pratica sui rischi dei luoghi di lavoro, nonché tra le nozioni da fare acquisire in modo incisivo ci sarebbero anche quelle relative al Codice degli Appalti e le varie ipotesi contrattualistiche.

contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui