Nuovo ribaltone per il Napoli: arriva Calzona

0
298

Il Napoli cambia nuovamente la guida tecnica. De Laurentiis ha scelto di affidare la panchina azzurra a Francesco Calzona.

Mazzarri-Napoli: un ritorno non felice

Non c’è pace per il Napoli. La stagione post-scudetto si sta rivelando un incubo per i partenopei che sono costretti a cambiare nuovamente allenatore dopo soltanto 3 mesi dall’esonero di Garcia.

Il ritorno in azzurro di Mazzarri è stato un vero e proprio disastro.

Nelle 12 partite di campionato sotto la guida del tecnico toscano, il Napoli ha collezionato soltanto 4 vittorie. Un crollo verticale che ha portato il Napoli dal quarto al decimo posto.

E non è finita qui.

Il Napoli, infatti, dall’arrivo di Mazzarri è la squadra con il peggior attacco della Serie A con 9 reti in 12 partite.

Numeri alla mano e classifica ben presente, l’esonero era davvero l’unica via percorribile per cercare di strappare quantomeno una qualificazione alle coppe europee per la prossima stagione.

Arriva Calzona

De Laurentiis ha scelto di affidare la panchina azzurra a Calzona. Un nome certamente non nuovo per chi segue da vicino i fatti di casa Napoli.

Per Calzona è un ritorno all’ombra del Vesuvio. Ma stavolta con vesti diverse.

Calzona è stato per diversi anni il vice storico di Maurizio Sarri. E fu proprio l’ex tecnico di Napoli e Juventus a volerlo come suo vice durante la sua esperienza napoletana.

Per i più diplomatici Calzona è stato fondamentale nel Napoli di Sarri. Per altri persino qualcosa in più.

Di sicuro le considerazioni di natura tecnico-tattica di Calzona non sono mai passate inosservate agli occhi di Sarri. Ma la collaborazione tra i due si concluse proprio nel 2018 quando il tecnico toscano lasciò il Napoli per accasarsi al Chelsea.

Da li in poi Calzona ha iniziato poco alla volta a percorrere la propria strada senza il suo maestro. Prima del suo ritorno a Napoli nel 2021, ma stavolta da collaboratore di Luciano Spalletti, c’è da segnalare un’altra esperienza da vice-allenatore ma stavolta al Cagliari nella stagione 2020-2021.

Nel 2022 finalmente la grande opportunità. La Slovacchia, tramite il suggerimento di Hamsik, decise di ingaggiare Calzona come CT. E la scelta fu immediatamente ripagata strappando il pass per Euro 2024.

E adesso la grande opportunità alla guida di un club.

Ma tutto ciò senza precludersi la possibilità di guidare la Slovacchia agli Europei fra qualche mese. Ciò è stato possibile grazie al via libera dato dalla Federazione slovacca per ricoprire il doppio ruolo di CT e allenatore quantomeno sino al 30 giugno 2024.

Calzona è l’ultimo tentativo di ADL per dare una svolta, seppure in extremis, alla stagione azzurra.

4-3-3 e squadra dall’identità ben precisa. E poi lavoro, lavoro e ancora lavoro. Questa è la ricetta che seguirà Calzona dopo la tanta gavetta fatta.

E non c’è affatto da sorprendersi visto che stiamo pur sempre parlando di un allievo di Sarri.

Contributo esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui