Si aggravano i dati sul consumo di droghe nel 2024

0
348

Una situazione gravissima quella di oggi sulle  dipendenze. Che sta coinvolgendo i ragazzi in maniera devastante, con numeri che crescono vertiginosamente che nemmeno le più impensabili previsioni avevano ipotizzato. Le ultime relazioni annuali in Parlamento pubblicate dal Dipartimento delle politiche antidroga  mettono in evidenza i numeri l’emergenza delle nuove generazioni raccontata dai fatti di cronaca degli ultimi mesi: incidenti stradali, risse, violenze, stupri, omicidi.

Nel nostro Paese ragazzi tra i 15 e i 19 anni (quelli che frequentano le scuole superiori, per intendersi) usa o ha usato sostanze stupefacenti: dal 2021 ad oggi c’è stato un  incremento che si ritrova, drammaticamente, anche nella fascia di popolazione giovanile che dichiara di aver consumato sostanze illecite negli ultimi 30 giorni e  la cannabis è la sostanza illegale più utilizzata: circa 600mila  studenti ne hanno fatto uso nel corso del 2022/23. Troppi sono quelli che  ne riferiscono un uso quasi quotidiano, ed il numero e sempre in costante aumento. Il primo contatto con la sostanza fra i 15 e i 17 anni. Aumenta la percentuale di coloro che l’hanno utilizzata per la prima volta a 14 anni o meno.

Tanti anche i  ragazzi consumano  psicofarmaci (la percentuale, già in aumento, s’era fermata al 10% l’anno prima), con picchi del 20% fra le ragazze. Sono circa  due milioni gli adolescenti  consumatori di alcol, molti dei quali ne fa un uso elevato che li porta l’intossicazione alcolica e, la quota di quanti si sono ubriacati nell’ultimo anno è circa il 50%. Uno su due, in questo caso tra chi ha già la patente,o  guida pru non avendo il titolo per farlo .

Questa tendenza, dal punto di vista della salute ,fa registrare  così un aumento generale dell’utenza nelle strutture pubbliche che nelle comunità terapeutiche, con un drammatico aumento degli accessi al Pronto Soccorso che si trasformano in ricoveri dovuti a problematiche fisiche provocate dal consumo  droga Negli ultimi anni , quasi il 10% degli accessi al Pronto Soccorso per motivi di droga  ha riguardato minorenni e circa il 20 % 18-24enni.  valore che risulta anch’esso in aumento.  Gli utenti dei servizi pubblici under 25 costituiscono circa il 10% del totale degli assistiti, percentuale che sale quasi al 20/30% tra i nuovi utenti.

Oltre all’uso di sostanze, negli ultimi anni, si è assistito all’emergere di ulteriori comportamenti a rischio e potenzialmente additivi, spesso legati a Internet e alle nuove tecnologie. Il più diffuso tra questi è il gioco d’azzardo che nel 2022/23 ha interessato in alcuni casi più  della metà degli studenti 15-19enni.

Il sorpasso di genere

La novità più dirompente riguarda l’impennata di consumi tra le donne, anche giovanissime in particolare. Stravolgendo così quella tradizione che  sono per lo più i ragazzi a utilizzare sostanze psicoattive,  si sta verificando  un importante cambiamento dei modelli di consumo fra gli studenti. Il dato più rilevante è quello osservato fra le studentesse di 14 e 17 anni, che consumano una quantità di sostanze  superiore ai coetanei . Nuove sostanze psicoattive (le cosiddette “Nps”), cocaina e oppiacei. Il 2023 ha fatto  registrare  il sorpasso dei consumi femminili su quelli maschili per quanto riguarda l’utilizzo di alcol  al consumo di psicofarmaci senza prescrizione medica.

Un dato ancora più problematico quello relativo ai decessi per overdose, che nel 2023 sono stati circa 200   con  un incremento proprio nel genere femminile rispetto al biennio precedente  Di qui la necessità, «di sviluppare interventi di prevenzione e di cura .

Le comunità: «Subito il Fondo dipendenza»

Le reazioni del mondo delle comunità , che da tempo chiedono più  investimenti con  fondi dedicati

 Si tratta di vite, a volte bambini,  non di numeri. E da un’attenzione alle persone e alle relazioni educative bisogna ripartire urgentemente per riaccendere la sfida contro le dipendenze.

contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui