Philìa di Victor Bussoletti: dal 19 dicembre a Casali del Manco

0
385

L’artista internazionale umbro a Casali del Manco (CS).

Sarà inaugurata il 19 dicembre 2023 alle ore 17.00 la mostra “Philìa” di Victor Bussoletti, artista umbro di fama internazionale, presso la Biblioteca Comunale di Casali del Manco.

Victor Bussoletti (Orticoli, 1939 – Terni, 2016) ha cominciato a dipingere, come autodidatta, nel 1950 prima ancora di iscriversi all’Accademia d’arte di Roma entrando a far parte di circoli , italiani e francesi , che gli hanno consentito di incontrare e conoscere pittori e scultori già famosi.

A metà degli anni 60 soggiorna spesso a Parigi conducendo studi su Picasso, Cezanne e Matisse.

Nel 1974 dopo le sue esperienze in Europa si trasferisce prima a San Diego poi a San Francisco e infine a New York dove inizia la sua formazione pittorica e creativa. Vive le esperienza della Pop Art ed è tra i promotori dell’arte dei graffiti. Approfondisce il suo linguaggio artistico in Perù e in Bolivia dove rimane incantato dall’arte Maya e Azteca.

Durante il soggiorno newyorkese si interessa alla nascita della Transavantgarde  e nella città della grande mela si muove con le nuove generazioni, recuperando con fantasia forme classiche dando vita a quella che l’artista stesso definirà new Metaphics.

Nominato membro dell’Accademia tiberina come accademico associato, Bussoletti è stato tra i promotori del movimento dei graffiti; scriverà in un suo diario “uscivo di notte come i gatti per graffiare i muri, tra le vie di New York è rimasto il mio nome con le lettere B e V”.

Sempre in questi anni partecipa alla Biennale d’Arte di Venezia e alla Quadriennale d’Arte nazionale italiana a Roma nel 1977.

Nel 1990 rientra in Italia e il suo studio a Terni si trasforma in un centro culturale dove si tengono conferenze cui partecipano scrittori e critici d’arte.

Il percorso espositivo, curato da Giovanna Adamo, Antonella Bongarzone e Antonella Salatino ha come titolo Philìa.

A chiarire il titolo della mostra è Antonella Bongarzone “la philìa è una forma di amore in cui prevale la dimensione fraterna e amichevole, è il rapporto più nobile e autentico, suggella l’alleanza delle anime. Philos è l’amico, il fratello, la persona, l’animale al quale si è legati da un’affezione platonica ed è impensabile rinunciare. Ed è questo il significato profondo delle opere di Bussoletti”.

Aggiunge Antonella Salatino “Bussoletti descrive nei suoi dipinti un racconto che affonda la ricerca nel proprio immaginario onirico, la produzione pittorica possiede una vitalità dai colori intensi, figure in equilibrio che paiono muoversi in spazi definiti da una natura schietta e primitiva”;  conclude Giovanna Adamo “saranno i colori di Bussoletti ad irradiare di magia questa mostra e a svelare all’osservatore la fantasia interiore”.

L’evento è stato possibile grazie alla sinergia tra diversi attori calabresi: l’Amministrazione Comunale di Casali del Manco, TECA s.r.l., l’Associazione Culturale Arte & Antichità Passato Prossimo e ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana sez. Calabria e Basilicata.

La mostra sarà visitabile dal 19 dicembre 2023 al 6 gennaio 2024 presso la Biblioteca Comunale di Casali del Manco (CS), Via Annunciata, 1 – loc. Spezzano Piccolo.

Orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì: 09:00-13:00 e martedì e giovedì: 15:00-19:00.

Contatti: telefono 0984 435040, email bibliotecacasalidelmanco@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui