Maurizio De Giovanni presenta Caminito a Casa Mehari

0
655
Maurizio De Giovanni

Maurizio De Giovanni, lo scorso 9 febbraio, ha presentato il suo nuovo libro dal titolo “Caminito”. Conferenza in bello stile a Casa Mehari (Quarto).

Maurizio De Giovanni presenta Caminito a Casa Mehari

Il noto scrittore Maurizio De Giovanni ha presentato il suo ultimo libro intitolato “Caminito” presso la Casa Mehari di Quarto, un bene confiscato alla mafia e oggi destinato ad ospitare eventi culturali e sociali.

L’evento si è svolto di fronte ad un pubblico attento ed appassionato, che ha potuto ascoltare l’autore parlare del suo nuovo romanzo e dei temi che lo animano.

“Caminito” è un libro che racconta la storia di due fratelli, Vincenzo e Tonino, divisi dall’amore per la stessa donna e dalla loro diversa appartenenza sociale. La vicenda è ambientata nel quartiere napoletano di Sanità e si dipana tra atmosfere noir e romantiche.

Caminito: il nuovo libro di Maurizio De Giovanni

Con “Caminito”, De Giovanni conferma la sua abilità nella creazione di storie coinvolgenti. Storie che raccontano la vita ed i personaggi dei quartieri di Napoli, tra le atmosfere e le tematiche più varie. L’autore è conosciuto per aver scritto numerosi romanzi, tra cui la serie dei “Bastardi di Pizzofalcone”, diventata anche una fortunata serie televisiva. Con la pubblicazione di “Caminito”, De Giovanni conferma la sua presenza nel panorama letterario italiano e internazionale, e si conferma come uno degli autori più amati e apprezzati del momento.

Durante la presentazione, il Sindaco di Quarto avv. Sabino ha sottolineato l’importanza di avere luoghi come la Casa Mehari, simbolo della lotta alla criminalità organizzata e della rinascita del territorio.

L’iniziativa ha riscosso un grande successo, dimostrando l’interesse del pubblico per la cultura e per le tematiche sociali che vanno oltre il semplice intrattenimento. Ruolo prezioso di Arturo Delogu come moderatore e lettore.

La presentazione in diretta su Radio Mehari

Nell’occasione De Giovanni ha inaugurato Radio Mehari. Nell’intervista ha parlato del commissario Ricciardi, di Napoli e del Napoli.

Inoltre, la scelta di organizzare l’evento presso un bene confiscato alla mafia ha dato ancora più valore alla presentazione del libro. Sottolineando il significato profondo della lotta alla criminalità organizzata e la sua importanza per la ripresa e la rinascita dei territori coinvolti.

La Casa Mehari, infatti, è un esempio di come la cultura possa diventare uno strumento efficace nella lotta alla mafia e nel riscatto sociale dei territori. Grazie a iniziative come questa, è possibile creare nuovi spazi di aggregazione e di confronto, in cui la cultura diventa un mezzo per sensibilizzare e coinvolgere la comunità.

Foto di Alessandro Pone

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui