I bambini della scuola primaria Gatti plesso Mancuso vincitori del primo premio del concorso Lamezia fa la differenza

0
580

Lamezia fa la differenza è il concorso indetto dalla Lamezia Multiservizi-Comune di Lamezia Terme che esprime con grande soddisfazione il risultato ottenuto all’iniziativa promossa.

di Rosetta Gallo

Detto concorso è stato improntato sul riciclo dei materiali quali, plastica, carta ecc., aperto agli Istituti Comprensivi del territorio per realizzare un albero natalizio, nato proprio da questi materiali. Il premio ha l’obiettivo di accrescere l’interesse degli studenti verso il riciclo, il consumo consapevole, lo sviluppo sostenibile ed i valori per una corretta raccolta  dei rifiuti consapevole.

Tu fai la differenza

Molti Istituti Comprensivi della piana hanno aderito, tra cui l’Istituto Comprensivo “S. Gatti” plesso Mancuso, che  con molto entusiasmo ha portato avanti l’iniziativa, conquistandosi la vittoria. Gli occhi che brillano e l’adrenalina in corpo. Difficile trattenere la gioia  quando si è bambini, tanto più se si è freschi di un’esperienza che ricorderanno per sempre.

Il plesso Mancuso dell’I.C. “Gatti” è frequentato prevalentemente da bambini di etnia ROM, per cui potete immaginare la soddisfazione  di tutta la comunità scolastica poichè con questa “vittoria” si è dimostrato che anche in situazioni difficili si può raggiungere la vetta e farsi notare in questo mondo omologato a stereotipi spesso sbagliati.

L’I.C. “Gatti” è da anni che lotta per l’inclusione, cercando di abbattere quel muro che esiste da sempre, accogliendo a braccia tese i bambini ROM nella propria istituzione scolastica e facendo in modo di renderli partecipi a qualsiasi iniziativa promossa e dando insegnamenti di fratellanza e comunione.

Con questo traguardo si spera che si sia buttato giù qualche mattone di quel “muro” posto tanto tempo fa e che questi bambini e la comunità a cui appartengono siano visti con occhi diversi dal mondo intero.

Congratulazioni quindi alla DS prof.ssa Daniela Quattrone che si è sempre spesa a favore degli svantaggiati, ma anche alle insegnanti che lavorano con amore e professionalità in questa realtà così complessa e in particolare ai bambini che hanno realizzato l’albero regalando questa gioia a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui