Festa di Sant’Antonio: l’evento de “I Sedili di Napoli”

0
353

Per la festa di Sant’Antonio da Padova in Piazzetta Sant’Archivio distribuzione del pane benedetto

Martedì 13 giugno 2023, in occasione della tradizionale Festa di Sant’Antonio, promossa dentro ed intorno all’antica Basilica francescana di San Lorenzo Maggiore, anche la chiesa neogotica di Santa Maria Stella Maris e San Biagio ai Caciolii, in piazzetta del Grande Archivio, ha partecipato alle onoranze del Santo compatrono di Napoli che, per un breve periodo, nel 1799, a seguito della riconquista e liberazione della Capitale dagli occupanti francesi, avvenuta proprio nel giorno onomastico di Sant’Antonio, soppiantò addirittura San Gennaro come Patrono principale.


La devozione al Santo è ancora oggi molto sentita nel Centro Storico di Napoli e la festa raggiunge la sua massima espressione con la processione che si è svolta, dalle ore 19, da Piazza San Gaetano intorno a Via Tribunali, con una sempre partecipata sosta di preghiera nell’Ospedale Vecchio Policlinico.

L’Associazione I Sedili di Napoli-Onlus, che ha in affido la chiesa di Santa Maria Stella Maris ed è in procinto di avviarne i lavori di ricostruzione, ha esposto per l’occasione alla devozione dei fedeli, all’interno della navata, dalle ore 10 e fino alle 18:30, una antica statua di pregevole fattura raffigurante Sant’Antonio gentilmente offerta dai frati Domenicani del Convento di San Domenico Maggiore.

Alle ore 10:30 il parroco della Basilica di San Lorenzo Maggiore, Domenico Sportiello ofmc ha benedetto “il pane di Sant’Antonio” poi gratuitamente offerto ai partecipanti.

Nel corso della cerimonia il Maestro Filomena Scala alle tastiere, accompagnata da Maddalena Paolicelli al flauto, nonché il Maestro Egidio Matrominico al violino, hanno eseguito brani di musica sacra e classica.
Il significato della benedizione del pane e dell’importanza dei grani nello sviluppo della Civiltà, è stato illustrato dalla dottoressa Laura Pagliuca, assistente ABBAC.

Durante la giornata è stata inoltre esposta una mostra fotografica sull’Identità partenopea intitolata “Alli tridece de giugno” in memoria dei Napolitani caduti per la difesa della propria terra.
Dalle ore 17:00 e fino alle ore 18:30, infine, in piazzetta le danze e la musica popolare con “Le Tammorre di Salvatore Iasevoli”. Il pubblico si è poi spostato a San Lorenzo Maggiore per seguire la solenne processione


L’associazione “I Sedili di Napoli” ringrazia, oltre a fr. Domenico Sportiello ed ai frati francescani tutti, il maestro presepiale Aldo Vucai; l’Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco, sezione di Napoli; i frati Domenicani di San Domenico Maggiore e l’ABBAC Associazione B&B Case Vacanze e Fittacamere della Campania, per la gentile collaborazione.


La manifestazione senza scopo di lucro ed a partecipazione totalmente gratuita, è stata organizzata dalla Associazione I Sedili di Napoli Onlus; dalla Locanda Seggio del Popolo e dall’Associazione Botteghe di San Gregorio Armeno.

Per info: www.isedilidinapoli.eu

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui