“Educare alla cura del bello” a Scampia

0
828

Venerdì 9 giugno, nella zona di Scampia, la Fondazione Angeli del Bello organizzerà il progetto “Educare alla cura del Bello”. Rivolto agli studenti delle classi V della scuola primaria e delle classi I, II e III della scuola secondaria di I grado di Napoli, l’iniziativa mira a promuovere la sensibilizzazione verso l’estetica e il valore del patrimonio artistico.

“Educare alla Cura del Bello è un percorso educativo integrato che intende supportare lo sviluppo, fin dalla formazione primaria, di un nuovo spazio di percezione, consapevolezza e fruizione del territorio d’appartenenza, integrando l’azione didattica-educativa della scuola” comunica l’Assessore all’Istruzione e alla Famiglia del Comune di Napoli, Maura Striano.

Alla manifestazione parteciperanno l’Istituto Comprensivo Alpi-Levi e il Liceo Elsa Morante, entrambi istituti di Scampia. Numerose associazioni e organizzazioni, tra cui il WWF, hanno aderito all’iniziativa.

Il progetto si terrà presso Piazza Giovanni Paolo II° (Piazza Ciro Esposito) e avrà luogo durante una mattinata dedicata alla sensibilizzazione degli studenti sulle problematiche legate alla sostenibilità ambientale. Gli studenti saranno i protagonisti dell’evento, che mira a promuovere la consapevolezza e l’importanza di adottare comportamenti sostenibili per la salvaguardia dell’ambiente.

Educare alla cura del bello e Angeli del Bello

La Fondazione Angeli del Bello è stata fondata nel 2010 a Firenze con l’obiettivo di promuovere attivamente un rinnovato senso civico nel Paese. Il lavoro svolto dalla Fondazione ha successivamente ispirato numerose città, tra cui Ascoli, Verona e, naturalmente, Napoli, ad adottare lo stesso modello di impegno per il miglioramento della qualità urbana e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale.

La Fondazione ha dichiarato che il suo obiettivo principale è quello di promuovere e condividere i principi di legalità, cittadinanza attiva, digitalizzazione e sostenibilità ambientale. Inoltre, mira a sviluppare e potenziare le competenze trasversali fondamentali, in linea con gli obiettivi dell’Agenza 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Il progetto si propone di raggiungere diversi obiettivi, tra cui:

  • Favorire la scoperta delle radici e dell’identità locali al fine di rafforzare il legame con il territorio.
  • Promuovere lo spirito di collaborazione e lavoro di gruppo.
  • Valorizzare il patrimonio storico e ambientale, promuovendo la sua consapevolezza e apprezzamento.
  • Sfruttare le risorse umane, culturali e ambientali della propria città attraverso attività di ricerca e studio.

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui