Cdm: le misure approvate per elezioni, beneficenza, anziani e fisco

0
122

Il Consiglio dei Ministri, tenutosi ieri a Palazzo Chigi, ha visto l’approvazione di diverse misure per una maggiore stretta sulla beneficenza e a sostegno dei più anziani. Via libera anche al concordato preventivo biennale per le Partite Iva. Ok del Cdm su nuovo provvedimento per la cybersicurezza con sanzioni più stringenti.

Novità elezioni: fissato l’Election Day l’8 e 9 giugno con l’accorpamento delle votazioni amministrative con quelle europee, e in alcuni casi, anche con le elezioni regionali previste in diverse Regioni d’Italia

Election day: l’Europa e i Comuni sono chiamati al voto l’8 e 9 giugno 2024

Varato dal Cdm il Decreto Legge per l’Election Day, stabilito in due giornate, sabato 8 giugno e domenica 9 giugno per garantire una maggiore affluenza ai seggi. Tanta l’attesa per le elezioni amministrative 2024 previste in 3701 comuni con accorpamento alle votazioni europee e anche regionali. Difatti, nel corso del 2024 sono previste le elezioni dei Governatori di alcune regioni italiane: Abruzzo (il 10 marzo), Piemonte che vedrà l’accorpamento con l’ Election Day e Sardegna il 25 febbraio. L’ultima regione è l’Umbria. I cittadini saranno chiamati alle urne in autunno.

Nel corso della Conferenza Stampa, il Ministro dell’Interno Piantedosi, ha confermato l’aumento del compenso previsto per il “gettone di presenza” per gli addetti ai seggi per scongiurare la scarsa partecipazione.

Con il DL sono state apportate anche delle modifiche per il limite di mandati per i sindaci. Terzo mandato per i Comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti mentre decade il limite per i Comuni sotto i 5.000 abitanti.

Presente oggi a Cagliari, il Ministro Salvini per le regionali attese il 25 febbraio in Sardegna. Mentre la Segretaria del Pd Schlein sarà oggi presente in Toscana e Liguria fra luoghi di lavoro e sanità.

Via libera al DDL per la trasparenza sulla beneficenza

Dopo il Caso Ferragni, via libera al DDL che stabilisce maggiore trasparenza con nuove regole e sanzioni più severe per chi svolge beneficenza servendosi di prodotti commerciali. Bisognerà dichiarare in modo chiaro i proventi destinati ai fini benefici e assicurare un informazione che non possa essere ingannevole. Saranno riportati degli appositi adesivi sui prodotti indicando l’importo destinato alla beneficenza e la sua finalità. Inoltre, sarà dovere informare l’Antitrust ,che in caso di eventuali anomalie, provvederà ad attuare sanzioni che possono partire dai 5mila euro fino ai 50mila euro. Il Decreto sarà applicato anche per gli Influencer

Al via il sostegno per anziani ultraottantenni con la prestazione universale

Sarà una sperimentazione che avrà la durata di due anni quella della prestazione universale ,che permetterà agli anziani ultraottantenni non autosufficienti con Isee inferiore ai 6mila euro, di percepire un assegno di 1000 euro.

Il contributo riguarderà circa 25mila anziani in condizioni gravissime e bisognose di assistenza sanitaria e finanziaria. Il Decreto approvato dal Cdm, permetterà il sostentamento delle spese per badanti e altri servizi necessari per la cura dell’anziano. Il fine è di diminuire il senso di solitudine e isolamento che molti anziani vivono. La sperimentazione verrà messa in atto nel 2025 e terminerà il 31 dicembre 2026.

Fisco: varato il concordato biennale per le Partite Iva

Il Cdm ha approvato in via definitiva il Decreto Legislativo sull’accertamento contenente anche il concordato biennale per le Partite Iva. Sottolineato il prolungamento dei tempi per i contribuenti con adesione entro il 15 ottobre per poter estinguere la non correttezza nei rapporti tributari. L’obbiettivo è contrastare l’evasione fiscale poiché i controlli da parte delle autorità finanziarie, ricoprono un numero troppo limitato (solo il 5%)

Arriva anche la stretta in merito alla cybersecurity

Ulteriore stretta anche sulla delicata tematica della cybersicurezza con un nuovo provvedimento approvato dal Governo. Gli attacchi informatici continuano a manifestarsi in maniera più frequente dall’inizio delle guerre a Gaza e in Ucraina. Mantovano, difatti dichiara l’esigenza di innalzare le sanzioni per gli hacker.

Saranno tenuti a dotarsi di sistemi di protezione i Comuni con più di 100mila abitanti, le Asl e i Capoluoghi. In caso di attacco, bisogna informare tempestivamente l’ ACN ( Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui