Casertavecchia ospita dal 31 agosto “un borgo di libri”

0
170

Un borgo di libri è l’evento culturale che dal 2018 prende vita a Casertavecchia, rinomato borgo medievale, ricco di testimonianze storiche. L’evento è stato nuovamente promosso dalla giunta comunale di Caserta. La manifestazione avrà inizio dal 31 agosto fino al 10 settembre e sarà diretta, come ogni anno, dal giornalista Luigi Ferraiuolo, ideatore dell’evento.

Cultura, letteratura e tanti ospiti per “un borgo di libri”

L’evento letterario e culturale quest’anno porterà il nome di “ Rivoluzioni. I rivoluzionari sono ladri di lune” con riferimenti a Pasolini e e Olivetti e si concluderà il 5 marzo 2024 con il premio “Casa Hirta”.

Lunedi 14 agosto ha avuto luogo il prologo dell’evento con i “concerti di una notte di mezza estate” svolti tra i vicoli caratteristici del borgo. Si sono tenute esecuzioni di mandolini, sassofoni, percussioni e chitarre da parte di musicisti professionisti oltre all’esibizione degli Ahirang nell’antica e simbolica Cattedrale medievale di Casertavecchia.

Tanti saranno gli ospiti tra cui il 2 settembre, la serata si incentrerà sul tema della giustizia con la presenza di Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro.

La storia di Casertavecchia, antico borgo medievale

Casertavecchia, nota per la sua storia legata all’età medievale da sempre suscita curiosità e con il suo borgo e gli antichi resti dei monumenti medievali, rappresenta un pezzo di storia fondamentale per la città di Caserta.

Casertavecchia è situata a 400 metri di altezza ed è stata dominata dai Longobardi. Anticamente sembra fosse chiamata “Casa Hirta” che vuol dire appunto “villaggio posto in alto”
Tante le testimonianze del Medioevo come il Duomo di San Michele con l’antico Campanile , i resti del Castello e la Torre dei Falchi ed infine la Chiesa dell’Annunziata. Difatti, Casertavecchia è riconosciuta come tra i principali borghi del sud e compare nella lista dei monumenti internazionali italiani. Oltre agli antichi monumenti, il borgo è ricco di botteghe artigianali che all’ esterno sono abbellite da vasetti di terracotta di loro produzione.

Ma Casertavecchia sembra non essere solo un luogo culturale e storico ma è anche avvolto da misteri. Difatti, in paese si parla del cosiddetto “spiritello di Casertavecchia”, simbolo che nasce da una vecchia leggenda raccontata nel borgo. Proprio in onore dello spiritello, nelle botteghe vengono realizzati dei vasi in terracotta di diversi colori con sopra decorato il suo volto.

Settembre al borgo festival 2023

In concomitanza con “un borgo di libri” avrà luogo anche “Settembre al borgo”. Si tratta di una rassegna di spettacoli che inizieranno dal 31 agosto fino al 3 settembre 2023. Sarà la 51esima edizione del festival, diretto dal maestro Enzo Avitabile.
Il programma prevede la partecipazione di grandi artisti anche internazionali del campo della musica, del teatro e della letteratura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui