Volley B2: le Tigers Oplontine si prendono il derby campano e tornano in corsa play off

0
296

Ieri sera in scena al Palazzetto Mario Parente di Benevento, una gara emozionante e avvincente tra due belle squadre: a fronteggiarsi la Vesuvio Oplonti di coach Ciro Alminni e la Intec Service SG Volley di mister Francesco Franzese.

Entrambe hanno individualità di esperienza e si conoscono bene.

Sul fronte oplontino, la macchina da guerra trainata da Campolo, Battaglia, Vujco, Pepe, Lanari e Biscardi al quadrato, ovvero le due sorelle Laura e Giada.

Su quello sannita, le veterane Carlozzi, Gentili, Lamparelli, Colella, Carbone e le “piccole” ma imprevedibili Spigarolo e Salpietro.

Ancora una volta, ad avere la meglio sono le partenopee guidate da mister Ciro Alminni.

Che ammette a fine gara, quanto sarà difficile per l’unica formazione campana smantellare il dominio pugliese e aggiudicarsi quel secondo posto che significa giocarsi la promozione in B1.

Per la SG Volley invece, l’obiettivo acclarato di conquistare la permanenza nella categoria.

Va dunque in scena una gara essenzialmente equilibrata che vede le due formazioni lottare punto su punto in un continuo e reciproco rincorrersi.

Le Diavole Rosse sfruttano molto bene qualche errore al servizio delle avversarie, la regista Spigarolo non si fa mancare qualche delizioso ace, ma è sul 17 pari del primo set che le oplontine ingranano la marcia lunga con un break di 8 punti di fila.

Nel secondo parziale, è la SG Volley che prova ad allungare le distanze portandosi in vantaggio in più di qualche frangente. Le Tigri partenopee però, affilano gli artigli e compiono il sorpasso decisivo che le porta a vincere con un perentorio 21-25.

Il terzo set dispensa colpi a ripetizione in un botta e risposta entusiasmante. La Vesuvio Oplonti riesce caparbiamente ad annullare uno svantaggio di 5 lunghezze ma impatta su un muro a maglie strette e si vede costretta ad arrendersi ai vantaggi per 28-26.

Lo spettro di un altro tie break si rivelerà poi per le partenopee l’arma vincente, unitamente alla benzina che viene a mancare nelle braccia di una SG Volley che fino a quel momento aveva lottato con il cuore e con l’anima.

Una Vesuvio Oplonti che stasera torna a vincere. Cosa è mancato secondo lei nelle due gare precedenti in una squadra che ha grandi potenzialità e che invece stasera ha messo in campo?

“Sicuramente quello che è mancato è stata in parte l’unione di squadra, quella che ti porta a saper uscire dai momenti difficili. Peccato aver gestito male il terzo set, che comunque la SG Volley ha meritatamente vinto esprimendo un bel gioco.”

Come vede il prossimo futuro con Altamura e Castellaneta in piena corsa verso i play off promozione?

“Sono due squadre in grandissima forma e sarà certamente dura fino all’ultima giornata, ma io penso che sarà una bellissima sfida e noi vogliamo dire la nostra fino alla fine.”

Nell’attesa di sapere se ci sarà un pezzetto di Campania a giocarsi la promozione nella terza serie nazionale, a scrivere l’epilogo di una gara che ha entusiasmato gli animi sono stati il rispetto per l’avversario e la correttezza vista in campo.

Non è usuale né scontato vedere due avversarie come Carlozzi e Campolo, elementi di forza delle due squadre che, a fine match si confrontano all’insegna della reciproca stima.

Di una sconfitta che fa male e di una vittoria che ritempra la bella formazione oplontina rimane appunto questa istantanea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui