Questi Fantasmi: il capolavoro di Eduardo torna in scena grazie a La carretta dell’arte

0
509

Sabato 17 giugno 2023, nello storico teatro di via Chiaia, il teatro Sannazaro (la “Bomboniera” di via Chiaia), la compagnia filodrammatica “La carretta dell’arte”, ha portato in scena il capolavoro di Eduardo: “Questi fantasmi”.


La sala traboccante di spettatori, in ogni ordine di posti, dalla platea ai palchi, ha potuto ammirare una compagnia collaudata che si è districata con maestria nella difficile rappresentazione eduardiana.

Sotto la sapiente regia di Stefano Taiani gli attori tutti non hanno fatto avvertire
la differenza tra un teatro amatoriale e quello professionistico. Lo stesso Stefano Taiani è stato ottimo interprete del protagonista Pasquale Lojacono, cosi come tutti gli altri; la moglie Maria interpretata da Miriana Taiani , il portiere Raffaele, (Antonio Covino ), la sorella scema Carmela (Tonia Prevete), l’amante Alfredo Marigliano (Michele Longobardi) sua moglie Armida (Rita Sorrentino) il cognato Gastone Califano (Gianluca Covino ) i genitori di Armida Saverio Califano (Francesco Chianese) e sua moglie Maddalena (Marilena Castaldo )  i suoi figli  (Gaia Faletto e Gabriel Esposito) i facchini (Alberto Postolis e Ciro Sorrentino)il professor Santanna (Francesco Stabile ) la nipote del portiere (Azzurra Cosentino).

Questi Fantasmi: il capolavoro di Eduardo torna in scena grazie a La carretta dell’arte

L’audio e gli spettacolari effetti scenici sono stati curati da Lucio Cosentino, il trucco professionale dal Maestro Antonio Luciano coadiuvato da Claudia Avagnano e la fine scenografia realizzata da Franco Sommaripa ; aiuto regista Antonio Covino , assistente alla regia Marilena Castaldo , rammentatrice Manuela Morra , l’arredamento di Ciro Iannone gli abiti della stessa Carretta

Gli applausi finali di un pubblico entusiasta hanno coronato l’ennesimo successo di questa compagnia teatrale che dal 2012 ha ripreso l’attività iniziata nel lontano 1976 nel teatro parrocchiale della Chiesa di San Nicola alla Carità in via Toledo e interrotta alla fine degli anni 90.

Un testo impegnativo, definito dallo stesso Eduardo una tragedia, che ha coinvolto il pubblico sin dalle prime battute e che gli attori della Carretta dell’arte sono riusciti ad interpretare nella versione eduardiana. Interessante e innovativa la decisione del regista di far apparire e dialogare, collocandolo in un palco, il professor Santanna, scelta gradita dalla stragrande maggioranza del pubblico presente in teatro.

Leggi anche:

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui