Rinascita e innovazione a Sant’Antimo: Il Ritorno del PSDI

0
311

In un momento importante per il futuro di Sant’Antimo, Centrosud24 ha avuto l’occasione di sedersi virtualmente con Simona Fabozzi, candidata del Partito Socialista Democratico Italiano (PSDI), per discutere del significativo ritorno del partito nel panorama politico locale. Dopo un periodo di silenzio, il PSDI si riaffaccia sulle scene politiche di Sant’Antimo, questa volta all’interno della coalizione capeggiata da Massimo Buonanno. Nel corso dell’intervista, Fabozzi ha delineato non solo la visione del PSDI per una Sant’Antimo più equa e sostenibile, ma anche le strategie concrete attraverso cui il partito intende raggiungere questi obiettivi, ponendo un forte accento su inclusione, innovazione e sviluppo.

Visione politica e sociale del PSDI a Sant’Antimo

Qual è stata la motivazione principale che l’ha spinta a candidarsi con il PSDI per le prossime elezioni a Sant’Antimo?
La motivazione principale è quella di lottare per i diritti delle persone meno rappresentate, di “dare voce a chi voce non ha”. Questa passione per la giustizia sociale guida il mio impegno verso Sant’Antimo, mirando a creare una comunità più inclusiva e equa.

Essendo alla sua prima esperienza, quali sono le sfide che si aspetta di affrontare e come intende superarle?
Le sfide includono navigare in un contesto politico complesso e trovare un equilibrio tra interessi diversi. La mia strategia consiste nell’ascoltare e coinvolgere attivamente la comunità, promuovendo un dialogo aperto per superare queste sfide insieme.

Come pensa di coinvolgere e mantenere il dialogo con i cittadini di Sant’Antimo durante il suo mandato?
Pianifico di organizzare incontri pubblici regolari e di sfruttare le piattaforme online per un dialogo costante. Ascoltare e rispondere alle esigenze dei cittadini sarà essenziale per un mandato efficace e inclusivo.

Innovazione politica e differenziazione

In che modo la sua visione e le sue proposte si differenziano da quelle degli altri candidati e partiti in corsa per le elezioni?
La nostra visione si distingue per un impegno radicale verso la giustizia sociale e l’uguaglianza, mettendo le persone e i loro diritti al centro delle nostre politiche, a differenza di altri che possono concentrarsi più sugli aspetti economici o infrastrutturali.

Il PSDI ha una lunga storia nel panorama politico italiano. Come intende onorare questa eredità pur introducendo innovazione e cambiamento?
Onoriamo l’eredità del PSDI lottando per i valori di equità e solidarietà, integrando al contempo innovazioni, soprattutto nel campo della tecnologia e della sostenibilità, per rispondere efficacemente alle sfide contemporanee.

Sviluppo economico, infrastrutture e sostenibilità

Quali sono i principali obiettivi che il PSDI si propone di raggiungere nel breve e nel lungo termine a Sant’Antimo?
A breve termine, miriamo a migliorare i servizi pubblici e la trasparenza amministrativa. Nel lungo termine, il nostro obiettivo è fare di Sant’Antimo un modello di sostenibilità e inclusione sociale, con politiche che promuovano occupazione, istruzione e salute.

Quali sono le politiche specifiche che intende promuovere per migliorare l’economia locale e l’occupazione a Sant’Antimo?Focalizzeremo gli sforzi sul turismo sostenibile, l’ag ricoltura biologica e la tecnologia verde, supportando con incentivi fiscali e semplificazioni burocratiche per stimolare l’economia e l’occupazione.

In termini di infrastrutture e servizi, quali sono le aree che ritiene necessitino di maggiori investimenti e attenzioni nel vostro comune?
Investiremo nel miglioramento dei trasporti pubblici e nella digitalizzazione dei servizi per renderli più accessibili, oltre a rinnovare le infrastrutture scolastiche e sanitarie per garantire accesso universale a istruzione e cure mediche di qualità.

La sostenibilità ambientale è un tema sempre più pressante. Quali iniziative ambientali intende prioritizzare?
Prioritizeremo iniziative che riducano l’impatto ambientale, promuovendo l’efficienza energetica, lo sviluppo di aree verdi urbane, e programmi di riciclaggio, oltre a sostenere l’uso di energie rinnovabili e la mobilità sostenibile.

Come si impegna a garantire trasparenza e integrità nel suo ruolo?
La trasparenza e l’integrità saranno centrali nella mia amministrazione, con l’introduzione di sistemi di accountability e l’incoraggiamento alla partecipazione attiva dei cittadini nella vita politica per costruire una fiducia reciproca basata sull’onestà e sulla coerenza.

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui