Premio Nobel per la Letteratura 2023 a Jon Fosse

0
152
Nobel Letteratura 2023 a Jon Fosse

Il mese di ottobre si apre con la prima settimana dedicata ai Premi Nobel. Dopo l’ assegnazione del premio per la Medicina a Karikò e Weissman, per la Chimica a Bawendi, Brus ed Ekimov e per la Fisica a F. Krausz, P. Agostini e A. Huillier, ieri è spettato a quello per la Letteratura. L’ Accademia di Svezia che dal 1901 ne decide ogni anno il vincitore ha premiato lo scrittore e drammaturgo norvegese Jon Fosse.

La motivazione è – ” per le sue opere teatrali e la prosa innovativa che danno voce all’ indicibile “. La sua immensa opera scritta in norvegese nynorsk e che abbraccia numerosi generi, è costituita da un gran numero di opere teatrali, romanzi, raccolte di poesie, saggi, libri per bambini e traduzioni. Sebbene oggi sia uno dei drammaturghi più rappresentati al mondo è diventato sempre più riconosciuto anche per la sua prosa.

Chi è il nuovo Premio Nobel per la Letteratura

Jon Fosse scrittore, poeta e drammaturgo norvegese è nato a Haugesund nel 1959. Il suo romanzo di esordio Raudt, svart ( Rosso, nero ) è stato pubblicato nel 1983. Alcune sue opere come ” Mattino e sera ” e “ L’altro nome ” e ” Melancholia “ e ” Insonni “ sono state tradotte in italiano rispettivamente da La Nave di Teseo e Fandango. Alla prima si deve anche la traduzione del suo capolavoro assoluto ” Settologia “, il romanzo-mondo strutturato in sette parti e che vede protagonisti due pittori con lo stesso nome.

Autore prolifico e considerato scrittore ” totale “. Ha sperimentato diversi generi di scrittura segnati sempre da uno stile minimalista e lirico, ma anche da una prosa ipnotica e quasi magica. Designato come erede di Ibsen e Beckett è uno dei drammaturghi più rappresentati.

In Italia finora non è stato letto molto ma le sue opere sono state tradotte in oltre 50 lingue.

Premi e riconoscimenti di Fosse

Negli anni novanta Fosse ha ricevuto riconoscimenti per i suoi racconti per l’ infanzia e per le sue opere in prosa. Ha vinto per ben due volte il prestigioso Premio Internazionale Ibsen, continuando poi a raccogliere altri numerosi premi.

Nel 2020 e nel 2022 è stato candidato all’ International Booker Prize, un influente premio letterario per la narrativa tradotta in inglese.

Nel corso degli anni ha ricevuto anche onorificenze come il titolo di Commendatore del Royal Norwegian Order of St. Olav e l’ Ordre National du Mérite dalla Francia.

Per il Daily Telegraph Jon Fosse dovrebbe essere considerato tra i 100 geni viventi in tutto il mondo.

Leggi anche: Luvo Barattoli Arzano, il campionato comincia contro il Castellana – CentroSud24

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui