MotoGP: ecco cosa è successo in Texas

0
183

La MotoGP continua a sfornare sorprese. In Texas trionfa Rins della Honda LCR, seguito da Luca Marini del team Mooney VR46 Racing e da Fabio Quartararo, che porta la sua Yamaha al terzo gradino del podio. Bezzecchi, che continua ad essere il leader del Mondiale, si piazza sesto. Pecco Bagnaia cade a 13 giri dalla fine.

La caduta di Pecco

Ennesima delusione per il pilota piemontese che, come già accaduto in Argentina, porta a casa 0 punti in Texas. Pecco Bagnaia, che aveva vinto la sprint race di sabato, cade all’ottavo giro, quando si trovava al comando della gara, per delle ragioni che ancora adesso appaiono ignote.

Lo stesso pilota, al termine della gara, ha dichiarato di non spiegarsi la motivazione che ha condotto alla caduta, a differenza di quanto accaduto in Argentina perchè scivolato sul bagnato. In ogni caso l’amarezza è tanta dopo due gare che potevano regalare il bottino pieno al campione del mondo in carica e che si sono rivelate invece gare da dimenticare.

Un podio importante per Luca Marini

Il pilota del team Mooney VR46 Racing centra il primo podio in MotoGP con una grande prestazione che lo piazza sul secondo gradino del podio. Si tratta del primo podio nella classe regina per il pilota italiano, primo tra le Ducati, che a fine gara si è dichiarato soddisfatto e fiducioso per le prossime gare.

Marco Bezzecchi chiude al sesto posto e consolida la prima posizione del Mondiale con 11 punti di vantaggio su Bagnaia. A fine gara il pilota del team Mooney VR46 è soddisfatto, in particolare per la costanza di rendimento.

Honda torna a vincere

Alex Rins, con la vittoria ad Austin che si affianca al secondo posto nella gara sprint di sabato, si piazza al terzo posto in classifica con 47 punti, a sole 6 lunghezze da Pecco Bagnaia. Il pilota spagnolo porta la Honda alla vittoria di un Gran Premio, centrando il sesto trionfo in carriera. L’ultimo era stato quello di Valencia 2022.

Vinales chiude quarto ed è il primo delle Aprilia, mentre Oliveira è quinto. Molte sono state le cadute; sono infatti finiti a terra Miller, Mir, Nakagami, Alex Marquez, Martin, Aleix Espargaro. Binder cade ma riesce a rialzarsi e ad arrivare al traguardo in tredicesima posizione.

Ecco la classifica dopo i primi 3 GP:

La situazione, in un Motomondiale sempre più competitivo, si fa molto interessante.

Il prossimo appuntamento con la MotoGP è a Jerez, in Spagna, dal 28 al 30 aprile.

Leggi anche: Paciolla: un murale nel ricordo di Mario

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui