L’associazione di clown terapia “Teniamoci per mano Onlus” insignita del premio Teresa Buonocore

0
177

L’associazione di clown terapia Teniamoci per mano Onlus è stata premiata al Pan di Napoli alla presenza del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

Napoli, 13 maggio – La città di Napoli ha ospitato la seconda edizione del premio intitolato a Teresa Buonocore, madre coraggio vittima innocente di camorra. Il premio, celebrato nel giorno del 64esimo compleanno della donna, ha visto la partecipazione di molti esponenti della società civile, delle istituzioni e delle associazioni che si battono contro la criminalità organizzata, diritti dell’infanzia e impegno sociale.

L’iniziativa è stata promossa dalla figlia di Teresa, Alessandra Cuevas, insieme alla consigliera comunale, ed ex assessore della giunta De Magistris, Alessandra Clemente, figlia di Silvia Ruotolo uccisa accidentalmente durante un conflitto a fuoco tra clan di camorra. Come location è stato scelto il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, alla presenza, tra gli altri, del primo cittadino Gaetano Manfredi.

L’obiettivo del premio è quello di riconoscere l’impegno e la dedizione di coloro che si battono contro la criminalità organizzata e per la giustizia sociale.

L’associazione di clown terapia “Teniamoci per mano Onlus” premiata con il premio Teresa Buonocore

Tra i premiati, figura L’associazione Teniamoci per mano Onlus, per il suo importante lavoro nel campo della clownterapia. Un’attività che si propone di portare un po’ di allegria e di conforto ai pazienti ricoverati negli ospedali e ovunque ci sia bisogno del loro intervento.

Sono stati poi premiati lo scrittore Maurizio de Giovanni, Elisabetta Garzo, presidente del Tribunale di Napoli, il campione di pugilato e attore Patrizio Oliva, Carlo Chiaro giovane amico di Francesco Pio, vittima innocente del barbaro episodio di criminalità consumatosi presso gli chalet di Mergellina, la presidente di Dream Team Donne in Rete, Patrizia Palumbo, Raffaella Landieri, madre di Antonio Landieri, giovane disabile vittima innocente di camorra durante la faida di Scampia, la piccola Noemi Staiano, ferita in Piazza Nazionale durante un agguato di camorra, Eleonora Ascione, comandante dell’Istituto Penale Minorile di Nisida, i produttori del docufilm “Alessandra, il coraggio di una figlia” Guia Invernizzi Cuminetti ed Emanuele Berardi, don Tonino Palmese, presidente della Fondazione Pol.i.s. , il console del Congo, Angelo Melone e l’autrice e giornalista Giuliana Covella.

L’organizzazione del premio è stata curata dall’Associazione Partenope Dona ODV, la Fondazione Polis della Regione Campania, il Comune di Napoli, dal coordinamento dei familiari delle vittime innocenti della criminalità, Libera, Fondazione Silvia Ruotolo, il Movimento Cristiano Lavoratori – Circolo di Portici e Aido.

La premiazione è stata un’occasione importante per ricordare le vittime innocenti della criminalità organizzata e per rinnovare l’impegno nella lotta contro la camorra. La presenza di esponenti della società civile e delle istituzioni dimostra l’importanza di unire le forze per contrastare la criminalità organizzata e per garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui