Il Presidente della Repubblica alla Scuola Superiore della Magistratura di Napoli

0
131
Presidente della Repubblica

Nella mattinata di lunedì 15 maggio, Castel Capuano ha fatto da cornice alla visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella , il quale è giunto a Napoli per la cerimonia di inaugurazione delle sede della Scuola superiore della Magistratura e di presentazione dell’anno formativo 2023.

di Giuseppe De Vita

Nella mattinata di lunedì 15 maggio, Castel Capuano ha fatto da cornice alla visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella , il quale è giunto a Napoli per la cerimonia di inaugurazione delle sede della Scuola superiore della Magistratura e di presentazione dell’anno formativo 2023. Unitamente al Capo dello Stato erano presenti il Ministro della Giustizia Carlo Nordio, accompagnato dal Procuratore Nazionale Antimafia Giovanni Melillo e dal Vicepresidente del Csm, Fabio Pinelli.

Prima di iniziare la cerimonia presso il Salone dei Busti, il Presidente Mattarella è stato accompagnato in una visita di Castel Capuano.

Folta la rappresentanza di Autorità civili, militari e religiosa che hanno voluto rendere omaggio al Capo dello Stato ed essere presenti all’evento.

Il Presidente della Repubblica alla Scuola Superiore della Magistratura di Napoli

Presente anche il Presidente della Fondazione “Castel Capuano”, l’ex Procuratore Aggiunto ed Avvocato Generale dello Stato, Aldo de Chiara, e il suo predecessore, l’ex presidente della Corte di Appello Antonio Buonajuto, che hanno espresso la loro soddisfazione per la realizzazione del progetto di riqualificazione del vecchio tribunale partenopeo.

La Scuola ha sede in Castel Capuano ed a seguito del D.M. 6 giugno 2022 è diventato una delle sedi didattiche ai sensi dell’art. 1 del Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, al pari di quelle di Scandicci e di Roma. Il maniero svevo-normanno occupa un’area di circa 16.000 mq ed stato sede di tutti gli uffici giudiziari napoletani fin dal 1540 (come ha sottolineato il Presidente della Scuola di Formazione della Magistratura Giorgio Lattanzi e lo stesso Presidente Mattarella), quando Napoli era provincia del Regno di Carlo d’Asburgo, fino 2007, quando tutti gli uffici giudiziari hanno completato il trasferimento al Nuovo Palazzo di Giustizia, situato al Centro Direzionale.

Tra le sale più importanti, utilizzate anche per la formazione dei magistrati, spiccano il grande Salone della Corte d’Appello (o Salone dei Busti) e il Saloncino dei Busti.

Un rilancio che si pone in antitesi con un centro storico che in questi ultimi anni ha cambiato volto, con meno librerie e sempre più locali per cibo veloce, ecco perché un centro come quello inaugurato a Castel Capuano serve ad invertire la tendenza lasciando spazio ad un centro di dibattito e formazione.

Nel suo discorso, il Presidente Mattarella, ha sottolineato l’importanza della formazione giuridica ed ha focalizzato l’attenzione sul compito dell’interpretazione e applicazione delle norme, anche in virtù delle recenti riforme, facendo riferimento ai valori e ai principi della Costituzione.

Ulteriormente il Capo dello Stato, ha ribadito che l’evoluzione giurisprudenziale è un’esigenza ineludibile per la crescita della civiltà giuridica, con il ruolo cardine della Corte di Cassazione che porta ad un’uniforme intepretazione delle norme, che, però, non è limite all’attività decisionale, ma è punto di approdo, in quanto è diretta a promuovere la comprensibilità ed autorevolezza della legge anche con un liguaggio consono e misurato.

Proprio in questo contesto la Scuola Superiore della Magistratura ha operato la formazione dei giudici e e dei pubblici ministeri, avendo cura di operare percorsi di formazione anche in tema di etica giudiziaria.

Il Vice-Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Pinelli, nel suo disorso, ha auspicato che entro l’estate ci sia il nome del Procuratore di Napoli.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui