Il Napoli vola in finale di Supercoppa: sconfitta la Fiorentina per 3-0

0
322

Il Napoli di Mazzarri si concede la prima soddisfazione in una stagione finora complicata e vola in finale di Supercoppa Italiana battendo la Fiorentina per 3-0. Decisiva la rete di Simeone e la doppietta di Zerbin nel finale.

Mazzarri stravolge il Napoli

Tocca a Napoli e Fiorentina spacchettare a Riyad il nuovo format della Supercoppa Italiana. Format della Supercoppa che prevede per la prima volta non più 2 squadre bensì 4 squadre ossia le 2 squadre che si sono classificate prima e seconda lo scorso anno in campionato e le due finaliste della scorsa edizione di Coppa Italia.

Il Napoli si presenta al match con diversi infortuni che si aggiungono alle assenze causa Coppa D’Africa di Anguissa e Osimhen. Mazzarri decide, pertanto, di adottare il 3-4-2-1 con Di Lorenzo, Rrahmani e Juan Jesus a comporre la linea difensiva e Mazzocchi che fa il suo esordio dal 1’ con la casacca azzurra lungo la fascia destra. Confermato, invece, Simeone centravanti dopo la buona prestazione fornita contro la Salernitana.

Nelle fila della Fiorentina, invece, ci sono ben pochi dubbi. Italiano conferma Ikonè titolare al posto dell’infortunato Nico Gonzalez e Beltran divenuto oramai il centravanti titolare della compagine viola.

A partire forte è il Napoli che passa in vantaggio al minuto 22’. La squadra di Mazzarri, infatti, riesce a stappare il match grazie ad una giocata individuale di Kvaratskhelia che serve Juan Jesus e con il difensore brasiliano che imbuca perfettamente Simeone che a tu per tu contro Terracciano riesce a realizzare la rete del 1-0.

La Fiorentina, però, reagisce immediatamente al vantaggio azzurro.

Al minuto 44’, infatti, la Fiorentina conquista un calcio di rigore grazie ad Ikonè. Ed è proprio l’attaccante francese a presentarsi sul dischetto.

Ikonè, però, dagli 11 metri non mostra la freddezza necessaria e spara clamorosamente la palla sopra la traversa.

Zerbin è l’eroe della serata

Il secondo tempo vede la Fiorentina avere il pallino del gioco. Il possesso palla della Fiorentina è, però, abbastanza sterile e non si tramuta in grosse chance da rete.

Con il trascorrere dei minuti, infatti, è proprio la squadra di Mazzarri ad abbassare consapevolmente il proprio baricentro in attesa di sferrare il colpo del K.O. definitivo.

Mazzarri decide, pertanto, di attingere dalla panchina inserendo dapprima Ostigard, Zielinski e Lindstrom e poi successivamente Gaetano al posto di Cajuste a causa di un piccolo fastidio muscolare per il centrocampista svedese.

L’eroe della serata subentra sempre dalla panchina ed è Alessio Zerbin. L’attaccante esterno subentra soltanto al minuto 82’ ma tanto basta per realizzare una doppietta personale.

La rete del 2-0 arriva al minuto 84’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo in cui è Di Lorenzo a svettare servendo palla a Zerbin che a porta praticamente spalancata respinge la palla in rete.

Sia per Zerbin e sia per i suoi compagni di squadra la gioia della rete viene strozzata dal grosso spavento che è proprio l’attaccante esterno ex Frosinone a causare andando a sbattere la testa contro il palo.

Piccolo spavento che, fortunatamente, si conclude con un nulla di fatto.

Zerbin rientrando in campo riesce, però, a recuperare palla e a tu per tu contro Terracciano realizza persino la rete del 3-0.

Questa volta nulla può fermare l’attaccante italiano dal godersi la gioia della rete e l’affetto dei suoi compagni di squadra.

Per la Fiorentina il 3-0 è un passivo molto pesante ed immeritato ma che premia il cinismo e il sacrificio della compagine azzurra.

Il Napoli può finalmente godersi una vittoria tanto bella quanto importante.

La squadra di Mazzarri sfiderà lunedi sera la vincente di Inter-Lazio.

 Il primo trofeo della stagione è pronto ad essere assegnato e la squadra azzurra farà di tutto pur di riportare a casa un trofeo che manca da ben 10 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui