Il derby della Mole non si sblocca: termina 0-0 tra Torino e Juventus

0
368

Il derby di Torino regala pochi sussulti e tanti rimpianti da ambo le parti. Prosegue la maledizione derby per il Torino che si allontana dalla zona Europa, prestazione non convincente per la Juventus che mette in bilico la posizione di Allegri in vista del prossimo anno.

Derby di Torino

Torino e Juventus danno vita al big match della 32esima giornata di campionato. La Juventus, tornata alla vittoria in campionato settimana scorsa contro la Fiorentina, cerca la riconferma nel derby per scacciare definitivamente la crisi di risultati che l’ha accompagnata per circa 2 mesi. Il Torino, invece, si presenta al derby con grande spirito di rivalsa per rifarsi sia dalla sconfitta patita settimana scorsa sul fotofinish contro l’Empoli e soprattutto per interrompere la lunga striscia negativa nel derby di Torino. La vittoria granata, infatti, manca dal 2015 contro i bianconeri. Una vera e propria maledizione.

Juric conferma la coppia d’attacco Sanabria-Duvan Zapata.

Nessuna sorpresa nemmeno nelle fila bianconera con Allegri che si affida ai titolarissimi.

Vlahovic non si sblocca

A partire forte è la Juventus. Non tanto nella mole di gioco in cui le due squadre si sono abbastanza equivalse nell’arco dei 90’ minuti, quanto più nelle occasioni da rete prodotte dai bianconeri. Il protagonista è Dusan Vlahovic.

Al minuto 7’, infatti, Chiesa scappa a Tameze sulla destra e crossa basso sul secondo palo per Vlahovic, che a pochi centimetri dalla porta difesa da Milinkovic Savic colpisce la palla di prima intenzione ma prende il palo.

Occasione ghiotta per i bianconeri. Vlahovic ha l’opportunità di rifarsi al minuto 31’. Scenario molto simile all’azione che ha portato al palo in precedenza. Stavolta il cross dalla destra parte da Gatti che trova sempre Vlahovic che stoppa il pallone e calcia a botta sicura con il sinistro ma stavolta si vede negare la gioia del goal da Milinkovic Savic.

Molto sfortunato in questo frangente l’attaccante serbo.

Le due occasioni registrate dai bianconeri nei primi 45’ minuti di gioco hanno senza dubbio intimorito gli uomini allenati da Juric che hanno fatto molta fatica nel farsi valere.

Il derby non si sblocca

La seconda frazione di gioco, invece, vede un Torino più propositivo e alla ricerca della rete che sancirebbe il vantaggio granata.

L’occasione più importante del match per il Torino giunge al minuto 60’.

Dalla destra parte un cross diretto verso il secondo palo di Bellanova per Sanabria che di testa indirizza la palla verso la porta avversaria ma Szczesny si allunga e salva la Juventus. Intervento tanto bello quanto decisivo del portiere polacco.

Sussulto bianconero al 76’ con Yildiz, subentrato nel secondo tempo a discapito di Chiesa, che con il destro calcia sul secondo palo ma la sua conclusione viene respinta da Milinkovic-Savic.

Il finale di gara è stato condito da un espulsione per Juric a causa di alcune proteste ritenute eccessive dal direttore di gara Maresca.

Il derby si conclude con uno 0-0 che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre.

Prosegue la maledizione derby per il Torino.

Ennesima prestazione opaca per la Juventus. E che rovina ulteriormente Allegri ormai condannato a separarsi dalla Juventus al termine della stagione calcistica in corso.

Un punto per ciascuno che non accontenta nessuno. Mai frase più giusta.

Contributo esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui