I dubbi e le certezze di Spalletti

0
383

A meno di 90 giorni dal debutto della nazionale italiana ad Euro 2024 è possibile iniziare a delineare la possibile lista di convocati che verrà emanata da Spalletti per provare a difendere il titolo conquistato dagli azzurri a Wembley nell’estate del 2021

Manca sempre meno all’esordio degli azzurri

Si avvicina il debutto della nostra nazionale ad Euro 2024. L’Italia è stata sorteggiata nel girone B insieme a Spagna, Croazia e Albania. Un girone indubbiamente complesso e che obbligherà gli uomini di Spalletti a dare il massimo sin dall’inizio.

La data da cerchiare sul calendario è il 15 giugno. Il giorno in cui si giocherà Italia-Albania.

Ma in attesa di fare il tifo per la nostra nazionale è possibile effettuare alcuni ragionamenti su quelli che saranno gli uomini scelti da Spalletti per la spedizione azzurra in terra tedesca.

Prima di fare un punto su ruolo per ruolo bisogna innanzitutto considerare il possibile modulo di gioco che vorrà adottare il CT azzurro. Se fino a pochi mesi fa vi erano pochi dubbi sull’utilizzo del 4-3-3, con la sosta di marzo è avanzata prepotentemente la possibilità che Spalletti possa adottare la difesa a 3. Una scelta del genere avrebbe sicuramente degli effetti anche sulla lista dei convocati.

Le scelte di Spalletti

Questione portieri: Donnarumma e Vicario sono sicuri del posto. Molti più dubbi, invece, ci sono sul terzo che andrebbe a completare il pacchetto dei portieri. La scelta è fra Meret, Carnesecchi e Provedel. Attualmente il favorito è Meret, ma non è da escludere un possibile sorpasso in extremis di Carnesecchi che si sta prendendo la scena a Bergamo con una stagione di altissimo livello.

Questione difesa: Di Lorenzo, Di Marco, Bastoni e Darmian sono sicuri del posto. Ottime chance di vedere in Germania anche per Udogie, Cambiaso, Buongiorno e Scalvini.

Il grande dubbio è su Acerbi. In condizioni normali non ci sarebbero stati dubbi circa la sua convocazione ad Euro 2024, ma il caso scoppiato in Inter-Napoli con Juan Jesus può rimescolare le carte. La palla passerà ai giudici che entro la prossima settimana emetteranno il verdetto. Nel caso in cui Acerbi venisse ritenuto colpevole la possibilità che rientri fra i convocati è praticamente pari allo zero. Nel caso in cui ciò avvenisse il grande favorito per sostituire Acerbi è Mancini della Roma.

Questione centrocampisti: Barella, Frattesi, Locatelli e Cristante sono praticamente certi del posto. Jorginho è sempre più vicino alla convocazione grazie alle prestazioni fornite sia in nazionale e sia nell’Arsenal. Con il Pellegrini visto alla Roma dall’arrivo di De Rossi è molto difficile credere che venga escluso dai convocati. Da considerare fino all’ultimo minuto la possibile presenza di Bonaventura.

Questione attacco: finalmente analizziamo quello che da anni è il tasto dolente della nazionale italiana. Chiesa e Raspadori sono gli unici due certi del posto. L’infortunio di Berardi ha ulteriormente complicato la situazione a Spalletti, al suo posto le opzioni più probabili sono El Sharaawy, Zaccagni e Zaniolo.

Questione centravanti: ad affiancare Raspadori ci potrebbe essere Retegui. La stagione con più bassi che alti all’Atalanta di Scamacca può seriamente portare ad una sua esclusione dalla lista dei convocati.

Da non escludere la chiamata in extremis per Lucca. Possibilità vicine allo zero per Balotelli e Belotti.

La lista dei convocati sta iniziando a prendere forma. E per Spalletti è tempo delle scelte definitive.

Contributo esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui