Gli Young Hub di Start Up Spaziali partono da Castellamare di Stabia

0
216

La Campania vanto nello spazio, quello spazio extraterrestre, tanto sconosciuto, ma sempre in pieno sviluppo, con interessi da parte delle maggiori nazioni.

Nella giornata di venerdì 23 giugno, sono state assegnate le borse di studio ai team di allievi che hanno partecipato alla competizione tecnologica di STABIA SPACE VILLAGE, dando il via ai primi Young Hub di Start Up Spaziali.

Il Liceo Classico Plinio Seniore di Castellammare di Stabia – diretto dalla Dirigente Scolastica Fortunella Santaniello – con il progetto “FIRST CHOISE ITINERARIES” ha vinto una borsa di studio di 2.500 euro, unitamente ad altri istituti scolastici che hanno presentato altrettanti validi progetti.

A finanziare le borse di studio sono state le seguenti imprese: Unico Energia; Graded S.p.A. e Gruppo AET S.p.A. ai team dei progetti vincitori è stato assegnato anche un bonus di formazione, per un valore di 1.500 euro, offerto dal Distretto Aerospaziale della Campania (DAC).

Gli Young Hub di Start Up Spaziali partono da Castellamare di Stabia

Altri istituti scolastici, per i progetti in concorso hanno ottenuto attestati di merito.

L’evento è stato organizzato presso l’Innovation Hub di Intesa Sanpaolo presso il Campus di San Giovanni a Teduccio dell’Università di Napoli Federico II.

Ad assegnare le borse di studio Aldo Arcangioli, Amministratore & CEO Unico Energia, Lorenzo Barone, Graded S.p.A., Rossella Paliotto, già Presidente Fondazione Banco di Napoli, Amministratore Delegato Gruppo AET S.p.A.

Le conclusioni sono state affidate a Luigi Carrino, Presidente Distretto Aerospaziale della Campania, Annarita Patriarca, Segretaria Camera dei Deputati e, in videoconferenza, Paola Frassinetti, Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Entusiasmo da parte di tutti, in particolare, la Dirigente del Plinio Seniore, Fortunella Santaniello, visibilmente emozionata e fiera per il premio, ha avuto parole di elogio per i suoi allievi e per i docenti che hanno permesso con il loro lavoro di squadra, la prestigiosa vittoria. Il Direttore Regionale Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Nargi, ha sottolineato come il settore aerospaziale campano garantisce da sempre un significativo valore aggiunto all’economia regionale e il nostro support all’evento Stabia Space Village rientra tra le attività che la banca porta avanti per accelerare la crescita dell’intera filiera del comparto. Inoltre, lo scorso anno è stata attivato una collaborazione con il Distretto Aerospaziale Campano che sta permettendo di favorire i processi di sviluppo tecnologico e di internazionalizzazione delle imprese della Space Economy attraverso nuovi strumenti finanziari studiati per rispondere efficacemente alle loro esigenze.

Young Hub: gli interventi della giornata

Sono intervenuti all’evento Enrico Simonetti, Responsabile Personale e Assistenza Rete Campania, Calabria e Sicilia Intesa Sanpaolo, Elena Cavaliere, Dirigente Scolastico Liceo Scientifico “Francesco Severi” di Castellammare di Stabia, Coordinatrice Rete di Scopo “Stabia Space Village” e Veronica La Regina, Direttore Commerciale Spazio Logic S.p.A..

Luigi Carrino, Presidente Distretto Aerospaziale della Campania, ha voluto evidenziare come il problema non è la fuga dei cervelli ma la ‘cacciata’ dei cervelli dall’Italia e come bisogna porre un freno a questo trend negativo e investire nelle startup, l’unico strumento concreto che abbiamo per competere con le grandi multinazionali private, sottolinenado come l’entusiasmo e l’attenzione dei ragazzi vista e la loro passione rispetto ai temi dell’aerospazio sono stati l’ulteriore segnale di quanto questa regione e questa nazione possano contare sulle nuove generazioni per continuare ad essere un esempio di successo in campo aerospaziale e tecnologico.

Annarita Patriarca, Segretaria Camera dei Deputati, ritiene che lo Spazio sia stato sempre il sogno di qualsiasi adolescente, soprattutto se legato ai film di fantascienza degli anni ’80, ma questa iniziativa non è fantascienza, è ‘scienza’, è un esempio lampante di efficienza meridionale che restituisce ai nostri ragazzi la speranza di grande futuro nelle nuove professioni. Questo percorso insegna ai giovani che il lavoro si può anche creare.

La Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione e del Merito, Paola Frassinetti, ha descritto come la passione, l’impegno e il coraggio testimoniano la vivacità della Campania verso i grandi cambiamenti attesi nei prossimi anni nel mondo del lavoro, per cui gli studenti che avranno modo di seguire Space Village e i temi dell’aerospazio vedranno completate ancora meglio le loro istanze e competenze. Un progetto molto importante e coraggioso complimentandosi, nel contempo, non solo ai ragazzi ma anche ai dirigenti scolastici e alle città campane coinvolte nel progetto.

La Rete di Scopo STABIA SPACE VILLAGE, coordinata dal Liceo Scientifico Francesco Severi  di Castellammare di Stabia,  è composta dai seguenti istituti: Liceo Classico Plinio Seniore (Castellammare di Stabia); Istituto Superiore Enzo Ferrari (Castellammare di Stabia); I.T.C.S. Luigi Sturzo (Castellammare di Stabia) ; I.I.S.S. Pacinotti (Scafati); Liceo Pitagora-Croce (Torre Annunziata); Liceo Laura Bassi (Sant’Antimo) ; I.P.I.A. Marconi Galilei (Torre Annunziata) ; I.P.I.A. Casanova (Napoli) ; Liceo Salvemini (Sorrento) ; ITGC E. Pantaleo (Torre Del Greco) ; Liceo Scientifico “Pascal” (Pompei) ; ITIS “R. Elia” (Castellammare di Stabia); I.I.S. Mattei – Fortunato (Eboli).

Per Elena Cavaliere, Dirigente Scolastico Liceo Scientifico Francesco Severi e Coordinatrice Rete di Scopo STABIA SPACE VILLAGE, la scuola non è solo il luogo di apprendimento formale ma oggi più che mai si trasforma in luogo di ricerca e sperimentazione grazie all’impegno di generosi imprenditori del settore spaziale, mentre Ludovica Ninotckha Salza, fondatrice start up Vacanze Spaziali ed ideatrice del format Space Village sottolinea che con il primo ciclo di attività saranno avviate 4 nuove Young Start Up Spaziali. Le attività si avvieranno a settembre ed i team avranno tempo 10 mesi per il loro sviluppo.

Per la sua Vision innovativa il progetto di impresa di Vacanze Spaziali è stato ammesso al programma di finanziamento agevolato previsto dal Decreto 11 maggio 2016 – Investimenti per lo sviluppo e il consolidamento del settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano (Asse Prioritario II del Programma Operativo Nazionale “Cultura e Sviluppo” 2014-2020).

Leggi anche:

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui