Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: Napoli presente

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne: Napoli presente

0
173

Nella giornata di ieri, sabato 25 novembre, si è celebrata in tutto il mondo la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Svariate sono state le iniziative lungo tutto il territorio nazionale ed anche Napoli, così come molte altre grandi città italiane, ha risposto presente.

Per la giornata di sabato 25 novembre ci si aspettava una partecipazione importante da parte dei cittadini napoletani alle varie manifestazioni organizzate da parte di associazioni studentesche e non. Gli ultimi noti fatti di cronaca, infatti, hanno contribuito a far sì che la giornata di ieri assumesse una rilevanza mediatica notevole. Napoli ha deciso di scendere per le strade e far sentire la sua voce contro la violenza di genere ed il femminicidio.

Il corteo

Il corteo è stato organizzato dall’organizzazione studentesca indipendente Link Napoli ed è partito alle ore 16 da Largo Berlinguer, per poi passare per piazza Municipio e fermarsi in Piazza del Plebiscito. La manifestazione ha visto la partecipazione di un importante numero di persone: erano presenti studenti, studentesse, lavoratori e lavoratrici di tutte le età. Una volta giunti in Piazza del Plebiscito, i manifestanti hanno depositato gli striscioni a terra e si è dato vita ad un momento assembleare, nel quale i rappresentati dell’organizzazione studentesca sono intervenuti per dire la loro sul tema della giornata. Non è poi mancato, al termine della manifestazione, il minuto di “rumore” in ricordo di Giulia Cecchettin, barbaramente uccisa dal suo ex-fidanzato circa due settimane fa.

Link Napoli si è promessa di organizzare molti altri eventi che abbiano come obiettivo la sensibilizzazione rispetto a temi delicati e che quello di ieri sembra essere soltanto un punto di partenza, non certamente di arrivo.

Qui sotto trovate le foto che ho realizzato e che raccontano i momenti più intensi del corteo.

Leggi anche: Allarme femminicidi in Italia: le iniziative in vista del 25 Novembre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui