Dipendenza dal gioco: la piaga della ludopatia

0
44
Immagine di pikisuperstar su Freepik

Cos’è la dipendenza da gioco? La dipendenza da gioco, o gioco d’azzardo patologico o ludomania, è il

desiderio incontrollabile, e dai contorni cronici, di giocare d’azzardo, a dispetto dei rischi che si celano

dietro tale comportamento e nonostante la volontà iniziale di non arrendersi all’azzardo.

L’intervento psicoterapeutico con i giocatori d’azzardo patologici è complesso, prevede l’interazione di

varie figure professionali e di varie tipologie di trattamento, farmacologico, psicoterapeutico e gruppi di

auto aiuto.

È ampiamente acclarato in letteratura che l’approccio integrato, psicoterapeutico, farmacologico e di

gruppo, rappresenti la tipologia più funzionale di trattamento per i giocatori patologici.

L’obiettivo della Terapia-cognitivo-comportamentale  (TCC) è quello di ristrutturare le distorsioni cognitive

(intervento cognitivo) e i comportamenti disfunzionali legati al gioco (intervento comportamentale).

Principalmente risulta necessario potenziare le capacità dell’individuo che consentono di effettuare analisi

della relazione tra i fattori antecedenti e conseguenti il comportamento di gioco.

Obiettivi fondamentali dell’intervento terapeutico sono: L’intervento psicoterapeutico con i giocatori

d’azzardo patologici è complesso, prevede l’interazione di varie figure professionali e di varie tipologie di

trattamento, farmacologico, psicoterapeutico e gruppi di auto aiuto.

È ampiamente acclarato in letteratura che l’approccio integrato, psicoterapeutico, farmacologico e di

gruppo, rappresenti la tipologia più funzionale di trattamento per i giocatori patologici.

L’obiettivo della Terapia-cognitivo-comportamentale  (TCC) è quello di ristrutturare le distorsioni cognitive

(intervento cognitivo) e i comportamenti disfunzionali legati al gioco (intervento comportamentale).

Principalmente risulta necessario potenziare le capacità dell’individuo che consentono di effettuare analisi

della relazione tra i fattori antecedenti e conseguenti il comportamento di gioco.

Cosa accade nel cervello di un ludopatico?

Quando messo in situazioni di gioco, il cervello del soggetto ludopatico rilascia una gran quantità di dopamina, innescando il processo di gratificazione; il giocatore cercherà di riprodurre questa sensazione con una nuova vincita scommessa dopo scommessa, in un circolo ripetitivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui