COSA VISITARE A ROMA NEL WE DI PASQUA

0
111

Scopri cosa fare a Roma e dintorni dal 28 marzo al 1° aprile. Teatro, danza, musica, cinema, arte, letteratura, incontri, attività per bambini e famiglie e laboratori. Un ricco programma di eventi promossi dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale. In concomitanza con le festività pasquali, tante opportunità per vivere la città grazie alle iniziative proposte dalle istituzioni culturali cittadine.

Da oltre duemila anni Roma ci abbraccia con il suo calore e la sua bellezza senza tempo: nel corso dei secoli, la Pasqua ha richiamato nella città eterna folle di turisti e pellegrini, poeti e scrittori, fedeli e curiosi. Era la festa cristiana per eccellenza, accompagnata da riti e consuetudini in parte tramandati fino ai nostri giorni.

I RITI LITURGICI E LE TRADIZIONI RELIGIOSE DELLA PASQUA

La Via Crucis al Colosseo – 29 marzo

La prima Via Crucis al Colosseo venne celebrata nel venerdì santo del 1750: ancora oggi, la rievocazione della passione di Cristo, presieduta dal Santo Padre sullo sfondo del monumento simbolo della città, continua a essere uno dei riti religiosi più suggestivi e partecipati. Per consentire lo svolgimento della Via Crucis, il 29 marzo le aree archeologiche dell’Anfiteatro Flavio (Colosseo), del Foro Palatino e del Foro Romano chiuderanno alle ore 12.

Veglia pasquale – 30 marzo

Nella liturgia della Chiesa, la Veglia pasquale si tiene dopo il tramonto del sabato santo e prima dell’alba della domenica di Pasqua per celebrare la risurrezione di Gesù. Nella Basilica di San Pietro, il Pontefice presiede alla Veglia alle 19.30 ma in ogni chiesa della città, con orari diversi, potete assistere a questa messa solenne.

Messa della domenica di Pasqua e benedizione papale – 31 marzo

Il 31 marzo, alle 10, il Santo Padre celebra la Messa della Domenica di Pasqua nella piazza principale del Vaticano, seguita alle ore 12 dalla benedizione “Urbi et Orbi” che chiude la Settimana Santa 2024.

Il Giro delle Sette Chiese – tra il 28 e il 30 marzo

Il Giro delle Sette Chiese è il pellegrinaggio più famoso della città: risale ai secoli del Medioevo ma a ridargli lustro fu San Filippo Neri a partire dal 1572. Uno dei periodi in cui ancora oggi viene tradizionalmente praticato è proprio tra la sera del giovedì santo e il sabato santo. Il percorso ad anello tocca quelle che nel Cinquecento erano le principali chiese della città: San Pietro, San Paolo fuori le mura, San Sebastiano (dal Giubileo del 2000, anche sostituita dal Santuario della Madonna del Divino Amore), San Giovanni in Laterano, Santa Croce in Gerusalemme, San Lorenzo fuori le mura e Santa Maria Maggiore.

Musei e siti archeologici

Collezioni prestigiose, aree archeologiche sorprendenti, tesori di inestimabile valore e un patrimonio culturale unico al mondo che spazia dalla preistoria all’arte moderna e contemporanea:

i Musei in Comune di Roma Capitale, straordinariamente aperti, vi attendono nei giorni di Pasqua (31 marzo) e Pasquetta (1 aprile).

Pasqua nei Musei 2024 – dal 28 marzo al 1° aprile – Tante sorprese nei musei civici e nelle aree archeologiche di Roma Capitale con aperture straordinarie, visite guidate, laboratori e attività didattiche gratuite in occasione delle festività pasquali che vi attendono con il loro ricco patrimonio artistico e culturale. Oltre a visitare le collezioni permanenti e le mostre in corso, potrete partecipare a visite, itinerari, laboratori e attività didattiche, per tutte le età e per tutti gli interessi, attraverso le quali conoscere la città e la sua storia, in modo inusuale e divertente.

Le grandi mostre

Ecco una selezione delle esposizioni e delle esperienze immersive da non perdere:

Giuseppe Primoli e il fascino dell’Oriente – Museo Napoleonico – La mostra è dedicata all’interesse del conte Giuseppe Primoli per l’arte giapponese in particolare e, più in generale di tutto il continente asiatico. In esposizione, 14 kakemono – dipinti o calligrafie tradizionali giapponesi su seta, cotone o carta –  a lui appartenuti: un nucleo di grande valore storico, artistico e documentario.

Reality Optional. Miaz Brothers con i maestri del XX secolo – Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale – Il progetto espositivo è dedicato ai meccanismi di percezione della realtà, che vede protagoniste le opere originali dei Miaz Brothers in dialogo con alcuni capolavori del museo. Il linguaggio creativo dei due fratelli, Roberto e Renato, presenta uno stile ritrattistico assolutamente inedito, in cui i soggetti originali, riconoscibili nei tratti principali, sono raffigurati fuori fuoco in circa 60 opere.

UKIYOE. Il Mondo Fluttuante. Visioni dal Giappone – Museo di Roma – L’esposizione illustra tutto il fascino dell’arte giapponese di epoca Edo, presentando una selezione di 150 capolavori realizzati tra il XVII e il XIX secolo, che includono dipinti, rotoli, ventagli e stampe, e oggetti tradizionali, come kimono e strumenti musicali.

Fidia – Musei Capitolini, Villa Caffarelli – La prima prestigiosa mostra monografica dedicata al leggendario ed emblematico genio greco dell’arte classica.

Napoli Ottocento – Scuderie del Quirinale – Un omaggio al ruolo significativo e al vivace spirito cosmopolita della città partenopea nel XIX secolo in 250 capolavori di grandi artisti italiani e internazionali tra cui William Turner, Thomas Jones, Thomas Fearnley, John Singer Sargent e Giuseppe De Nittis.

Statua colossale di Costantino – Musei Capitolini Giardino di Villa Caffarelli – Alta ben 13 metri, la suggestiva ricostruzione del Colosso di Costantino è tra le opere più rappresentative della scultura romana tardo-antica ed è  stata realizzata, in scala 1:1, grazie allo studio approfondito di fonti letterarie ed epigrafiche e dei nove frammenti sopravvissuti della grandiosa scultura originale – testa, braccio destro, polso, mano destra, ginocchio destro, stinco destro, piede destro, piede sinistro – conservati nel cortile di Palazzo dei Conservatori.

Dacia. L’ultima frontiera della Romanità – Museo Nazionale Romano Terme di Diocleziano – La più ampia e importante esposizione di reperti archeologici organizzata dalla Romania all’estero negli ultimi decenni, per illustrare lo sviluppo storico e culturale di questa nazione lungo l’arco di oltre millecinquecento anni, dall’VIII sec. a.C. all’VIII sec. d.C.

Escher – Palazzo Bonaparte – La più grande mostra di Escher mai realizzata finora, un’antologica di circa 300 opere che include la celebre Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938), la serie degli Emblemata e molte altre, insieme a numerose opere mai esposte prima.

Van Gogh Experience – Next Museum – Un’esperienza immersiva nell’universo e nei capolavori del geniale pittore olandese: la prima grande mostra multimediale che propone opere celebri come La notte stellata, I Girasoli, l’Autoritratto e la Camera da letto ad Arles, riprodotti con la realtà virtuale, per un vero e proprio viaggio nel tempo, nelle emozioni, nelle inquietudini e in tutti i luoghi del maestro del colore.

MUSICA E SPETTACOLI A PASQUA E PASQUETTA

Jesus Christ Superstar – Teatro Sistina – Il trascinante musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice in un’imperdibile edizione celebrativa in lingua originale: trent’anni della storica versione teatrale firmata da Massimo Romeo Piparo e cinquanta dall’uscita dell’iconica Opera Rock.

Pasqua a Santa Maria dell’Anima – 31 marzo 2024, ore 19:30 – Chiesa di Santa Maria dell’Anima – Durante la solenne liturgia in latino con le letture e l’omelia in tedesco e in italiano, la Cappella Musicale di Santa Maria dell’Anima, formata da solisti vocali e strumentali di fama internazionale diretti da Flavio Colusso, interpreta la Spatzen-Messe K220 di Wolfgang Amadeus Mozart e Victimae paschali laudes di Niccolò Jommelli in prima moderna, nella trascrizione ed elaborazione di Fortunato Santini (1777-1861).

Festival di Pasqua – Concerto di Pasqua – 1 aprile, ore 17.15 – Pantheon – La 27esima edizione del festival vi porta alla riscoperta della musica di Johann Michael Haydn e del giovane Mozart. Fondato nel 1998 dal regista e scenografo italiano Enrico Castiglione, il Festival di Pasqua propone ogni anno un ricco calendario di concerti ed eventi di musica sacra con complessi corali, orchestrali e artisti di fama mondiale.

I concerti del Tempietto – Sala Baldini – Un’atmosfera intima ed emozionante sulle note più celebri del repertorio classico immerso nella storia millenaria di Roma.

  • Concerto di Pasqua –31 marzo ore 18.00 e ore 19.30 – Alle ore 17.15, visita guidata, riservata ai possessori del biglietto del Concerto nell’Area Storica del Teatro di Marcello.
  • Concerto di Pasquetta – 1 aprile ore 18.00 e ore 19.30 – Alle ore 17.15, visita guidata, riservata ai possessori del biglietto del Concerto nell’Area Storica del Teatro di Marcello.

Space Opera – Planetario – 31 marzo – Un viaggio interplanetario con una visuale a 360°, interamente basato sulle note della suite “Op.32: The Planets” di Gustav Holst.

La Notte Stellata – Planetario – 31 marzo – Con gli astronomi del planetario, passerete in rassegna le stelle, le costellazioni e gli oggetti del cielo profondo come nebulose e galassie visibili proprio stanotte nell’oscurità del cielo stellato.

PASSEGGIATE NEI PARCHI E GITE FUORI PORTA A PASQUA E PASQUETTA

Una giornata al parco – Villa Borghese, Villa Doria Pamphilj, Villa Ada Savoia, Villa Torlonia, Villa Celimontana sono solo alcuni degli splendidi luoghi in cui sono immerse le meravigliose ville di Roma, costruzioni ricche di storia e di fascino per una passeggiata rigenerante tra il verde della natura e il bianco dei marmi splendenti durante le festività pasquali.

Una giornata al mare

Il Mare di Roma – A Ostia potete vivere la magia del mare a pochi chilometri dal centro di Roma: camminate a piedi nudi sulla spiaggia dopo un ricco pasto a base di pesce freschissimo e buon vino, sentite il calore del sole sulla pelle e respirate le intense sensazioni che solo il mare può trasmettere.

Il Borghetto dei Pescatori – Scoprite il pittoresco insediamento dove il tempo sembra essersi fermato: sapori e antiche tradizioni tra il mare di Ostia e la rigogliosa Pineta di Castelfusano.

La Pineta di Castelfusano – Affacciata sulle selvagge dune costiere del litorale romano, la Pineta di Castelfusano si estende per circa 15.900 ettari e presenta una grande varietà di ambienti naturali tra cui boschi sempreverdi, argini e foci fluviali, dune, zone umide, distese di macchia mediterranea, tratti di Campagna Romana di sorprendente bellezza e paesaggi agrari. L’area custodisce un eccezionale patrimonio storico-archeologico che comprende il Parco archeologico di Ostia Antica, i Porti Imperiali di Claudio e Traiano, la Via Severiana, la Villa di Plinio, il Castello di Giulio II, la rinascimentale Tor San Michele, attribuita al Michelangelo, la medievale Torre Boacciana, i castelli medievali di Castel Fusano (Chigi) e di Ostia Antica e i siti paleontologici di Castel di Guido e Malafede.

Santa Severa e Pyrgi – A pochi chilometri da Roma, un luogo magico dove trascorrere una giornata all’insegna della cultura o del relax in riva al mare, passeggiando tra campi di grano e spiagge suggestive di sabbia nera e acqua blu. Un luogo magico dominato dall’imponente Castello, strategico avamposto sul mare con un incantevole borgo tra le cui stradine ancora si respira l’atmosfera medievale con le sue feste, le nobili corti e le battaglie.

Una giornata ai Castelli – Situata a sud-est di Roma, l’area dei Castelli Romani, immersa nel verde e nella storia, è il luogo ideale per una gita fuori porta. Tra i laghi e gli antichi crateri vulcanici, dove imperatori, pontefici e dignitari ecclesiastici fecero costruire le loro lussuose residenze, si affacciano i 17 comuni che vi propongono itinerari insoliti a piedi o in bicicletta alla scoperta delle bellezze architettoniche e naturalistiche e delle eccellenze eno-gastronomiche che rendono unica la cucina tradizionale romana. Da non perdere: il pane di Genzano e Lariano, il vino DOP del territorio, l’uva di Colonna, le “coppiette” di Ariccia, strisce piccanti di carne essiccata e la “pupazza” di Frascati, un biscotto di frolla aromatizzato con il miele.

Una giornata a Tivoli – Alla scoperta dell’incantevole cittadina incorniciata da una natura di straordinaria bellezza. Tivoli è il luogo ideale per passeggiate ed escursioni anche durante le festività. Le meravigliose Villa Adriana, Villa d’Este e Villa Gregoriana erano, all’epoca del Grand Tour, meta privilegiata di romanzieri, pittori, poeti, musicisti che traevano ispirazione dalle loro opere d’arte, monumenti e dal suo paesaggio incontaminato.

ATTIVITÀ PER BAMBINI A PASQUA E PASQUETTA

Passeggiate negli splendidi giardini cittadini, emozionanti esplorazioni nei musei o nei luoghi d’arte della città, coinvolgenti esperienze immersive da soli o in famiglia: scoprite le numerose e divertenti attività organizzate per voi a Pasqua e Pasquetta.

Ecco alcuni suggerimenti selezionati tra gli eventi in programma durante le festività pasquali:

Pasqua al Bioparco – 29, 30 e 31 marzo, dalle 11.00 alle 16.00 – Il Bioparco di Roma vi aspetta per varie attività tematiche sulla biodiversità delle uova, in postazioni dislocate nei 17 ettari del parco. Nella postazione “Uova da record”, scoprirete modelli di uova di tutte le dimensioni, dal grande uovo di un uccello estinto, l’uccello elefante, al piccolissimo uovo di colibrì, osservando uova “mimetiche” di uccelli che depongono in nidi sul terreno o quelle che hanno una forma tale da non rotolare via, partecipando inoltre a un divertente gioco a quiz. Con “Non solo uccelli”, vi divertirete ad associare modelli di uova agli animali che le hanno fatte, per scoprire che non solo gli uccelli le depongono. Partecipando all’attività “Animali a sorpresa”, dopo aver risolto alcuni indovinelli a tema uova, scoprirete gli espedienti che la natura mette in atto per poter sopravvivere.

Per le attività promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e rivolte a famiglie e bambini, nell’ambito degli appuntamenti di Pasqua nei Musei che si terranno nei Musei civici e nelle aree archeologiche della città, si segnala che Il 29 marzo alle 10 si terrà il laboratorio, a cura di Letizia Silvestri e Gian Luca Zanzi con le Volontarie del Servizio Civile Universale, Neanderthal a caccia… di uova! nel Giardino Pleistocenico del Museo di Casal de’ Pazzi (max 45 partecipanti). Alle 16, invece, al Museo Civico di Zoologia, si svolgerà il laboratorio per adulti e bambini (5-7 anni) Sensi in gioco, per immergersi nella natura e sperimentare come gli animali usano i cinque sensi per vivere nel loro ambiente (max 20 partecipanti). Sempre al Museo Civico di Zoologia, il 30 marzo alle 15.30 appuntamento con il laboratorio Ecosistemi e biodiversità per adulti e ragazzi dagli 8 ai 12 anni, un affascinante viaggio alla scoperta della diversità degli esseri viventi attraverso il ricco patrimonio naturalistico custodito nel Museo (max 20 partecipanti). Nella stessa giornata, alle 16.30 ai Musei Capitolini, è in programma l’attività laboratoriale per le famiglie (bambini 6-10 anni) C’erano una volta una lupa e due gemelli per conoscere la storia della mitica fondazione della città attraverso la leggenda di Romolo e Remo. Appuntamento presso la biglietteria (max 20 partecipanti). Info su https://museiincomuneroma.it/it/mostra-evento/pasqua-nei-musei-2024. Tutti gli incontri sono gratuiti con pagamento del biglietto di ingresso al museo (ove previsto) a tariffazione vigente e con prenotazione obbligatoria allo 060608, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Proseguono gli appuntamenti a tema astronomico proposti dal Planetario di Roma: Gabriele Catanzaro, nei panni dello stravagante Dottor Stellarium, guiderà i più piccoli a scoprire il mondo delle stelle con gli spettacoli Vita da stella (30 marzo alle 12) e Accade tra le stelle (30 marzo alle 18; 2 aprile alle 12), mentre lo spettacolo giocoso e interattivo Girotondo tra i Pianeti torna il 31 marzo alle 18 e il 1° aprile alle 12.

Caccia alle Uova al Luneur Park – Il Giardino delle Meraviglie di Roma vi aspetta per scovare migliaia di piccoli ovetti nascosti tra i fiori e i cespugli! Partenza alle ore 12 e alle 16.30, presso il palco del Bruco Circus, per iniziare la ricerca delle uova sparse nel parco e trovare così tante sorprese e tanti premi al loro interno. Divertimento assicurato alle 15 con le musiche e i balli de fantastico Circo dei Folli e con il coloratissimo Truccabimbi.

Il Fantastico Mondo del Fantastico – Domenica 31 e lunedì 1 aprile, nell’antico Castello di Lunghezza, il parco a tema dedicato al meraviglioso mondo della fantasia e dell’immaginazione dà il via alla nuova stagione e festeggia la Pasqua e la Pasquetta invitandovi  a un viaggio emozionante alla scoperta e riscoperta di leggende, amori, duelli, e brividi.Jungle Eggsplorers a Magicland – Il 31 marzo e il 1 aprile, il parco della magia aspetta i piccoli esploratori per JUNGLE EGGSPLORERS, un’avventurosa caccia alle uova, in cui i partecipanti, utilizzando un talento da veri detective, seguendo gli indizi e superando avvincenti sfide.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui