Conversazione a Macchia. La forza delle Donne

0
158

Continuano gli incontri culturali promossi da ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana), Comune di Casali del Manco e l’associazione TECA, nella Biblioteca Gullo a Casali del Manco (CS).

Di Anna Maria Ventura

Nell’atmosfera suggestiva e pregna di storia e cultura della Biblioteca Gullo, alla presenza di un pubblico colto ed interessato, si è tenuta la “Conversazione a Macchia” che ha avuto come argomento “La forza delle donne”. Protagonisti dell’incontro la Prof. ssa Anna De Vincenti ed il Regista Nello Costabile, suo consorte. Le donne, oggetto della “conversazione” sono state: Hannah Arendt, Simone Weil e Rachel Bespaloff.
Tre donne, le quali, pur non frequentandosi e nemmeno in fondo conoscendosi veramente, hanno trovato ispirazione e conforto dalla lettura e rilettura del mondo greco delle origini e dell’Iliade in particolare. Come guardare, allora, a questo mondo che sembra perduto? Con uno sguardo né archeologico e né monumentale, secondo l’ottima relatrice, Prof. De Vincenti, ma critico, come ci suggerirebbe Nietzsche, che è lo stesso sguardo della Arendt, della Weil e della Bespaloff, che cercavano di orientarsi, in un momento storico, quello della Germania nazista e della persecuzione degli Ebrei, e le tre donne erano ebree, in cui sentivano in maniera tragicamente chiara quanto il mondo, il loro mondo, fosse completamente privo di orientamento. E se orientarsi significa cercare il proprio oriente, cioè il proprio cominciamento, allora diventa necessario per le tre donne rivolgere la mente e il cuore a quello che è il loro e anche il nostro oriente, la civiltà greca delle origini. Il cominciamento non può essere rivissuto, certo, ma può essere la linfa vitale a cui attingere, cosa che possiamo, e forse dobbiamo fare anche noi in questo tragico momento della nostra storia. Moderatrice dell’evento è stata la Direttrice Dott. ssa Antonella Bongarzone, che ha impreziosito
l’incontro con profonde riflessioni. A fare da controcanto alla relatrice è stata la voce del Maestro Costabile, che ha dato ancor più prestigio al percorso culturale di storia, filosofia e letteratura attraverso il quale ci ha condotto la Prof. ssa Anna De Vincenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui