Venezia a pagamento: al via il ticket per accedere alla città

0
124

Prevista per il 25 aprile 2024 la prima giornata a pagamento per la città di Venezia. Per accedervi bisognerà acquistare un ticket d’ingresso attraverso un apposito portale che permetterà di prenotare online la visita.

Una sperimentazione messa in atto per evitare l’affollamento di turisti, soprattutto di quelli giornalieri. Insomma, una modalità ideata principalmente per combattere il cosiddetto “turismo mordi e fuggi”.

I visitatori giornalieri pagheranno un ticket d’ingresso da 5 euro a partire dalla primavera 2024

La sperimentazione porterà Venezia a diventare la prima città a pagamento. Il provvedimento è stato voluto ed approvato dal Sindaco Brugnaro insieme con la Giunta Comunale. Le giornate di sperimentazione saranno ben 29, a partire dal 25 aprile fino a luglio 2024. Il pagamento, sarà quindi richiesto ed incentrato per i ponti primaverili e per i weekend. Sarà fatta eccezione solamente per il weekend della Festa della Repubblica (1-2 giugno)

Il Comune ha stabilito che a pagare il contributo d’accesso, saranno tutti coloro che superano i 14 anni e che fanno ingresso in città con qualsiasi vettore, dalle ore 8.30 alle ore 16. Oltre questa fascia oraria decade l’obbligo di pagamento per l’ingresso. La tariffa prevista per il ticket d’ingresso è di 5 euro.

Disponibile la piattaforma multilingue per prenotare l’ingresso alla città

Per prenotare online la propria visita a Venezia, sia per i pendolari che per i non residenti, è stata ideata una piattaforma già operativa dal 16 gennaio 2024. Dopo aver effettuato la registrazione al portale, sarà possibile ottenere il QR Code da esibire durante i controlli. Per coloro invece, che rientrano nel diritto di ottenere il titolo di esenzione dal pagamento, bisognerà acquisire dal sito il Voucher di esenzione

Ecco il link per accedere al sito della piattaforma: https://cda.ve.it/it/

Chi è esentato o escluso dal pagamento del contributo d’accesso

L’obbligo di pagamento del contributo d’accesso non spetterà a tutti. Ad essere esclusi, sono innanzitutto, i residenti del Comune di Venezia che potranno dimostrare la loro esclusione, semplicemente esibendo il documento d’identità

Esenti invece dal pagamento del ticket sono:

⁃ Gli studenti che hanno sede in città o nelle isole minori;
⁃ I bambini con età inferiore ai 14 anni;
⁃ Le forze dell’ordine in servizio;
⁃ I soggetti che pagano l’IMU nel comune di Venezia;
⁃ I turisti che pernottano presso una delle strutture ricettive della città

L’esenzione di queste categorie è valida anche per le isole della Laguna. Per coloro che non rispetteranno tale provvedimento sono previste sanzioni che vanno dai 50 euro fino ai 300 euro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui