Terrore a Gaza: 850 vittime palestinesi

0
177

Terrore a Gaza a causa di raid israeliani che hanno attaccato il territorio della Striscia nelle ultime 24 ore. Stamattina un altro aereo proveniente da Israele ha bombardato precisamente il valico di Rafah, tra Egitto e Gaza. 200 obiettivi colpiti dagli Israeliani. Salgono a 850 i palestinesi morti. Tra le vittime 143 bambini e tre giornalisti. Attualmente si contano più di 4000 feriti.

Molti palestinesi sono rimasti seppelliti sotto le macerie delle proprie case. In queste ore gli abitanti sono per strada cercando di rimuovere le macerie degli edifici bombardati.

Profughi Palestinesi in fuga dalle bombe

Sono circa 187mila i profughi palestinesi in fuga dalle bombe.Rifugiati in 83 scuole di Unrwa ed il numero è destinato a crescere.

Strade deserte e buie, abitanti senza cibo e acqua. Sospesa anche l’energia elettrica. Due ospedali rasi al suolo, distrutte moschee e più di 790 abitazioni a causa dei continui e violenti bombardamenti delle ultime ore

Suonano le sirene per i razzi da Gaza su Tel Aviv

Inviati da Gaza razzi su Tel Aviv facendo scattare le sirene d’allarme per segnalare il loro arrivo. I razzi di Hamas hanno colpito invece il territorio di Ashkelon, situato a Nord d’Israele. Avevano intimato gli abitanti con un ultimatum avvisandoli di lasciare la città nel giro di poche ore. Hamas non intende trattare per il rilascio degli ostaggi che sembrerebbero essere circa 150 tra cui anche ufficiali dell’esercito.

Porto di Gaza in fiamme

Fiamme e nubi di fumo intraviste dal Porto di Gaza colpito da un Raid Israeliano. Incendiati pescherecci ed imbarcazioni.

In un kibbutz a Gaza sono stati uccisi 40 bambini e molte famiglie sono state fucilate nelle loro case

Rimpatriati 200 italiani da Israele

Sono stati rimpatriati i primi 200 italiani atterrati a Pratica di Mare con voli messi a disposizione dall’Aeronautica Militare. Un altro volo militare è previsto per l’arrivo di altri 200 connazionali.

contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui