Svolta Roma: il nuovo allenatore sarà De Rossi

0
355

I Friedkin hanno sciolto le riserve: il nuovo allenatore della Roma sarà Daniele Rossi. Per il neotecnico romanista sarà un ritorno nella sua casa ma stavolta con vesti diverse.

La svolta targata Friedkin

In mattinata è arrivato a gran sorpresa l’annuncio ufficiale della separazione fra l’AS Roma e Josè Mourinho. Il tecnico portoghese lascia il club giallorosso dopo due anni e mezzo e dopo aver conquistato nel 2022 la Conference League. I Friedkin hanno optato per una soluzione drastica nel tentativo di raddrizzare la stagione, finora molto deludente, dei giallorossi. Mourinho paga per una classifica deficitaria e per l’eliminazione dalla Coppa Italia contro la Lazio.

Il comunicato apparso in mattinata ha destato sicuramente grande scalpore nell’ambiente romanista. Mourinho, nonostante dei risultati non propriamente eccellenti, era stato capace di costruire con l’intera tifoseria giallorossa un legame forte quasi indissolubile. Pertanto, è da immaginare come i Friedkin prima di optare per l’esonero del tecnico portoghese abbiano ben ponderato l’intera situazione considerando anche il fattore ambientale.

Proprio per questo motivo, probabilmente, si è deciso di affidare la panchina giallorossa a Daniele Rossi. Un’icona per l’intera tifoseria romanista.

De Rossi e l’occasione della vita

La scelta dei Friedkin è ricaduta alla fine su Daniele Rossi.

L’ex centrocampista giallorosso ha lasciato la Roma nel 2019 da calciatore, per poi arricchire il proprio bagaglio personale con l’esperienza al Boca Juniors da calciatore, per poi appendere le scarpette al chiodo e successivamente diventare collaboratore di Roberto Mancini nella Nazionale Italiana.

L’11 ottobre 2022 è arrivata la prima occasione da allenatore per De Rossi alla Spal, in Serie B. L’esperienza alla Spal non è stato però positiva.

Infatti, De Rossi alla Spal ha raccolto soltanto 3 vittorie in 17 panchine per poi essere esonerato il 14 febbraio 2023.

Oggi però è arrivata l’occasione della vita. La chiamata che attendeva sin dalla prima panchina da allenatore.

De Rossi non eredita una situazione semplice ma con le sue conoscenze e la sua determinazione avrà modo di giocarsi le sue carte quantomeno sino al 30 giugno 2024.

La Roma è alla ricerca di una scossa e De Rossi è voglioso di rilanciare la sua carriera da allenatore dopo l’esperienza non felice alla Spal. Un matrimonio a sorpresa ma al contempo romantico, con la speranza per ambo le parti che tutto vada per il meglio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui