Scuola: ecco tutte le informazioni per i futuri docenti

0
200
Foto di StockSnap da Pixabay

Scuola e futuri insegnanti: tutte le informazioni per i futuri docenti.

di Rosetta Gallo

L’estate in corso non è bollente solo per il caldo che ci sta attanagliando ma, anche per le attese e agognate immissioni in ruolo dei futuri insegnanti di ogni ordine e grado. Come ogni anno nel culmine dell’estate tutti i futuri insegnanti sono alle prese con l’inoltro delle domande in modalità informatizzata attraverso Istanze online, che si sviluppano in più fasi.

Gli aspiranti insegnanti che possono partecipare sono inclusi nelle GAE (graduatorie ad esaurimento) o nelle GM (graduatorie di merito); questi vengono assunti a tempo indeterminato per il 50% dalle prime e per il restante 50% dalle seconde graduatorie.  Il contingente autorizzato dal Ministero è di 50.807 posti, nonostante ci siano 81 mila posti liberi. I sindacati hanno paura che a farne le spese siano gli idonei del concorso ordinario e i docenti delle GPS (graduatorie provinciali di supplenza) sostegno prima fascia ed elenco aggiuntivo.

Dalla tabella si evincono i posti messi a disposizione dal Ministero distribuiti per Regione, mentre la ripartizione per classe di concorso e provincia spetta agli USR in base alle percentuali spettanti alle varie graduatorie. Il numero dei convocati è sempre superiore al numero delle disponibilità. La certezza del ruolo si potrà avere solo quando viene assegnata la provincia.

Fasi domande informatizzate

Immissioni in ruolo ordinarie nella scuola

Si presentano due distinte domande:

  1. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze provincia-classe di concorso/tipo posto”, a partire dal 10 luglio 2023, per indicare l’ordine preferenziale di province-classe di concorso/tipo di posto (gli aspiranti delle GM scelgono, in ordine di preferenza, le province della regione in cui hanno svolto il concorso, unitamente alla classe di concorso/tipo di posto; gli aspiranti inseriti nelle GaE, invece, non scelgono la provincia, che è quella di inserimento in graduatoria, ma soltanto la classe di concorso/tipo di posto, e anch’essi con tale prima istanza accettano o rinunciano alla proposta di assunzione. Chi non presenta la domanda avrà assegnata una provincia/classe di concorso/posto d’ufficio.
  2. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede”, a partire dal 17 luglio 2023, compilata da chi risulta destinatario di nomina, tramite l’assegnazione della provincia-classe di concorso/tipo di posto, al fine di indicare l’ordine di preferenza delle sedi/scuole disponibili in cui essere assegnato.

Dopo le assunzioni nei territori di pertinenza delle suddette graduatorie (GaE e GM) si svolge la Call veloce e consiste nella possibilità di essere assunti in una provincia/regione diversa da quella di inclusione in GaE e/o GM, sui posti rimasti vacanti e disponibili in ciascun anno scolastico. Chi non presenta la domanda avrà assegnata una sede (scuola) d’ufficio.

Scuola: immissioni in ruolo straordinarie

Le immissioni in ruolo ordinarie, per quanto riguarda i posti di sostegno, saranno seguite da una fase straordinaria di assunzioni, procedendo allo scorrimento delle GPS prima fascia sostegno e relativi elenchi aggiuntivi, se dovessero esserci posti di sostegno vacanti e disponibili. In caso, di posti ancora vacanti si attiverà una mini-call veloce.

Scuola e supplenze docenti

Sempre attraverso la piattaforma di Istanze online, si può procedere per l’attribuzione delle supplenze da GAE e GPS al 31 agosto o al 30 giugno 2024, scelta 150 preferenze, dal 17 al 31 luglio. Le supplenze saranno attribuite agli aspiranti inseriti in GaE e GPS, che produrranno domanda.

Leggi anche:

Contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui