Presentato ad Agropoli il documentario “Stella del Mare, devozione e tradizione” in onore della Madonna di Costantinopoli

0
406

Un mare di gente ha inondato il Cineteatro Eduardo De Filippo di Agropoli in occasione della presentazione del documentario dedicato alla Madonna di Costantinopoli, dal titolo ” Stella del mare, devozione e tradizione”.

Pregni di commozione i saluti del Parroco della Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo, Don Carlo Pisani, per volere del quale l’opera è stata realizzata. Lo stesso ha spiegato ai tantissimi presenti, le motivazioni che hanno portato alla realizzazione del documentario dedicato a Maria come protettrice dei pescatori in una città di mare, Agropoli, la cui bellezza si vede riflessa negli occhi della Vergine Madre. Ha precisato come la Festa della Madonna di Costantinopoli debba essere raccontata per fare conoscere le meravigliose e decennali tradizioni ad essa legate e di cui i portatori della Madonna sono custodi.
Don Carlo ha anche rivelato come la proposta di realizzare il documentario sia stata accolta subito positivamente perché conscio dell’importanza di rendere edotti tutti e soprattutto i giovani, del patrimonio storico e culturale del territorio, fatto anche di queste tradizioni di fede che si tramandano di generazione in generazione.


-“Lo scopo è stato quello di narrare, attraverso una modalità più immediata e più nelle corde della contemporaneità, il grande evento della Festa della Madonna di Costantinopoli, che è molto più di ciò che si vede durante le celebrazioni”.- ha raccontato Don Carlo, confidando anche che quando ha assistito per la prima volta al cambio di abito della Madonna, gli è sembrato che la Madonna camminasse, accennasse ad un passo, con ciò sottolineando come la Madonna di Costantinopoli non sia statica, ma una madre e compagna di cammino. -“Osservando con attenzione la statua della Vergine si può notare una vera e propria teologia dell’immagine”- ha precisato.
Presenti anche Claudio Ruocco e Giusi Cella di Alta Produzione, che hanno realizzato il lavoro, il sindaco di Agropoli Roberto Mutalipassi e numerose autorità.
Dopo i saluti di apertura, il video è partito con un “Viva Maria” e ha raccontato in anteprima ai presenti, commossi e visibilmente emozionati, la bellezza della Madonna, di Agropoli, della fede e della tradizione.

contributo esterno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui