Gran Ballo dell’800 per il “maggio dei monumenti” a Napoli

0
952
I Gran balli nella Napoli dell'Ottocento per il "Maggio dei Monumenti"
I Gran balli nella Napoli dell'Ottocento per il "Maggio dei Monumenti"

Un evento fiabesco di rara bellezza, il Gran Ballo ottocentesco, si terrà Domenica 28 Maggio 2023, alle ore 11,30, nella Galleria Umberto I di Napoli, nell’ ambito degli eventi relativi alla manifestazione “Maggio dei Monumenti“.

Dame e cavalieri, in abiti d’epoca, danzeranno valzer, quadriglie, contraddanze e marce, oltre a brani d’opera e di operetta cantati a cura del soprano Leontina Alvano e del tenore Gianni Baiano.

Il Gran Ballo sarà preceduto dalla promenade, con inizio circa alle ore 11, che partirà dall’ingresso della Via Toledo, proseguirà verso Piazza Trieste e Trento per rientrare in Galleria dall’ingresso posto di fronte al Teatro San Carlo. L’ingresso è libero.

L’esibizione è a cura della “Società di danza Parthenope” diretta dalla M° e cantante lirico D.ssa Leontina “Titti” Alvano, che rappresenta a Napoli la “Società di danza” di Fabio Mollica, con sedi in tutta Europa, specializzata nella rievocazione di Gran Balli di Corte nel periodo romantico del 1800.

L’OPERA DI PROMOZIONE CULTURALE DELLA SOCIETA’ DI DANZA ATTRAVERSO I GRAN BALLI

Da molti anni, nelle meravigliose sale dei palazzi storici di tutta l’Italia e dell’Europa, i danzatori dell’associazione culturale Società di Danza  presentano l’emozionante spettacolo della rievocazione di un Gran Ballo dell’ 800 in costumi d’epoca, con musiche e coreografie originali dell’epoca, per riportare in vita danze che appartengono alla tradizione europea e che sono andate perdute nel corso del XX secolo: quadriglie, contraddanze, valzer, polke e mazurke figurate.

I costumi sono riproduzioni fedeli degli originali e, soprattutto quelli delle dame, sono frutto di un approfondito lavoro di ricostruzione storica, per il quale l’associazione ha una propria produzione libraria, e di una minuziosa opera di sartoria artigianale.

L’ Associazione Culturale fondata da Fabio Mollica nel 1991, svolge un lavoro di ricerca storica nel settore delle danze di tradizione ottocentesca, coniugando la precisione filologica nell’interpretazione dei vecchi manuali di ballo, con la possibilità di ricreare, dando vita nuova, danze antiche in contesti sociali contemporanei.

Il lavoro dell’Associazione tende alla riscoperta di quella tecnica artistica che nell’Ottocento faceva di queste danze oggetto d’interesse dei più grandi maestri di danza del tempo ancor prima che un fenomeno di divertimento di massa.

La Società di Danza organizza stage e corsi di danza 800, feste e Grandi Balli in palazzi storici, collabora con associazioni musicali e corali, enti e istituzioni culturali.

All’Associazione, alle lezioni e poi, volendo, alle esibizioni possono iscriversi e partecipare tutti, più o meno bravi, perché non vi è competizione. E’ in forte espansione a Napoli ed in tutto il mondo, complice una mentalità in evoluzione rispetto al passato, la riscoperta del ballo sociale. Una sana attività fisica, che non si compie a fini agonistici, ma per il piacere di danzare, di socializzare e passare belle serate insieme con gli amici.

Per ulteriori informazioni: https://www.societadidanza.it/homenapoli.parthenope.it.html

Articolo a cura di

Gaetano Lopresti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui