Gli Stati Uniti e la politica italiana

0
140
Raffaele Romano ripercorre le tappe della storia degli Stati Uniti e la politica italiana nel libro «Andreotti, Craxi e Moro visti dalla CIA»

Raffaele Romano ripercorre le tappe nel libro «Andreotti, Craxi e Moro visti dalla CIA».

di Giuseppe De Vita

Intrecci tra la storia degli Stati Uniti e politica Italiana.

Quanto hanno influito i servizi segreti Statunitensi nella politica italiana e che ruolo hanno avuto nel corso degli anni? Quali sono state le conseguenze sul sistema paese? A queste domande ha cercato di rispondere Raffaele Romano, giornalista e scrittore di Storia, con il volume «Andreotti, Craxi e Moro visti dalla CIA».

La presentazione del libro: gli Stati Uniti e la politica

La presentazione del lavoro del giornalista e scrittore Raffaele Romano, che ha ricostruito una parte importante della storia degli Stati Uniti e la politica italiana, si è svolta lo scorso 13 Marzo 2022 presso la terrazza Ramè del Gold Tower Hotel a Napoli.

Hanno partecipato l’on.le Giulio Di Donato, Presidente dell’Associazione Riformismoggi, l’on. le Ettore Rosato, segretario del Copasir, il senatore Gianluca Cantalamessa e l’avv. Marcello Lala, segretario dell’Associazione Riformismoggi. L’autore, fin da subito, ha precisato che il suo volume non è anti americano o anti Nato, ma, al contrario, vuole porre l’accento sugli errori che ci sono stati da parte della politica interna, con conseguenze sull’economia e la vita degli italiani.

L’on. le Giulio Di Donato, con un notevole intervento, ha voluto sottolineare come l’autore abbia focalizzato l’attenzione su questioni che possono apparire dimenticate e scontate, ma che, in realtà, assumono tutt’altra connotazione avendo alla base nuovi elementi e documenti, comportando così, una riscrittura della storia d’Italia dalla seconda metà del ‘900 fino a Tangentopoli e con una ricostruzione diversa della verità storica.

Pacato ed equilibrato l’intervento dell’on.le Rosato, il quale ha voluto evidenziare il sapiente lavoro svolto da Romano, nella ricerca di una rilettura degli avvenimenti storici, che modifica anche i giudizi verso i protagonisti.

Il senatore della Repubblica Cantalamessa, facendo riferimento anche a se stesso, ha voluto rileggere il passato intrecciato a questa nuova verità storica e agli errori che hanno portato una visione storica distorta.

L’inchiesta giornalistica

Questo saggio può essere visto come una vera e propria inchiesta giornalistica, una lente di ingrandimento sulla nostra storia per conoscere i fatti e tutto il loro retroscena spesso non dichiarato. Con questo testo si ha la possibilità di analizzare un’altra realtà per costruire la una visione critica e sviluppare altri punti di vista per poter compiere in ogni ambito scelte consapevoli.

Si percepisce una sana rilettura della storia che potrebbe confluire in una ricostruzione di un’identità nazionale che in Italia non si è mai totalmente avuta.

In particolare, l’autore ha auspicato che questi pezzetti di storia penetrino nelle coscienze dei giovani perché se non si conosce la Storia, il nostro passato, non si può comprendere quello che si è oggi, il presente, e né, tantomeno, pensare di costruire il futuro ovvero il domani.

Ha moderato l’evento Simone Di Meo, giornalista di Panorama e La Verità, il quale ha posto varie domande ai relatori riguardo le impressioni relative al contenuto del libro.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui