Basket e inclusione al Centro Ester: arriva “Un canestro per tutti”

Arriva “Un canestro per tutti”: basket e inclusione al Centro Ester

0
381

Domenica 19 febbraio al Centro Ester arriva il grande evento dedicato agli appassionati della palla a spicchi speciali. Il responsabile del settore basket Agostino Romano con i responsabili dell’Associazione “Napoli Baskin” Stefano Argento e Valentina Menale dal titolo che non lascia dubbi: “Un canestro per tutti”.

Di cosa si tratta

L’evento prende vita per consentire la pratica sportiva ai giovani disabili insieme ai normodotati. Un evento aperto proprio a tutti disabili fisici o mentali, poco importa. 

Lo scopo dell’evento, spiega Agostino Romano, è quello di eguagliare e non discriminare: “Considerare tutti allo stesso modo e non discriminare per abilità diverse, ma fornire a seconda delle diversità strumenti idonei alla crescita individuale, consente un inserimento nel contesto sociale attraverso quello che per molti di noi è lo sport più bello del mondo: il basket”.

La sede del Centro Ester

L’importanza del sociale

Ancora una volta il Centro Ester del presidente Pasquale Corvino mette l’aspetto sociale dello sport al primo posto. L’evento prenderà il via a mezzogiorno con l’incontro preliminare con le squadre che poi scenderanno in campo. Alla mezza la presentazione con foto e video proiettati sugli schermi presenti nel palazzetto di via Gianbattista Vela a Barra. Quindi tutti in campo fino alle ore 13.30 quando sarà il momento dei saluti finali da parte degli organizzatori dell’evento.

Anche Stefano Argento è pronto per questa fantastica giornata di sport “Ci lusinga che strutture consolidate del nostro territorio come quella del Centro Ester di Barra, siano desiderose di allargare la loro attività inserendo nella loro programmazione, dei progetti che coinvolgono veramente tutti, e siamo felici di poter portare l’esperienza di Napoli Baskin. La speranza è che si possa dare la possibilità a tutti gli atleti coinvolti non solo di poter svolgere una attività sportiva in modo regolare, ma anche di potersi preparare al meglio alle sfide che il mondo riserva loro ogni giorno

Leggi anche: Caso Cospito, la protesta anarchica si allarga all’Abruzzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui