Beffa atroce per la Fiorentina: persa la seconda finale consecutiva di Conference League

0
273

Nemmeno il secondo tentativo è quello giusto per assicurarsi la vittoria della Conference League. Dopo il West Ham anche l’Olympiakos sconfigge la Fiorentina in finale. L’era Italiano termina nel peggior modo possibile.

Maledizione viola

Dopo la cocente sconfitta patita lo scorso anno contro il West Ham al 89’, la Fiorentina si è rimboccata le maniche rendendosi protagonista di un altro cammino europeo degno di nota. Raggiungendo, per il secondo anno consecutivo, la finale di Conference League.

Direzione Atene. Ma stavolta con l’Olympiakos come avversario.

La Fiorentina, chiaramente, è partita con il favore dei pronostici.

Ma il match disputato dai viola è stato molto deludente.

In generale è stato l’intero match a regalare poco spettacolo e pochissimi sussulti degni di nota.

Ad Atene si è vista una Fiorentina opaca. Incapace di rendersi effettivamente pericolosa e subendo persino svariate ripartenze sventate poi da Terracciano.

La rete decisiva è stata siglata da El Kaabi al minuto 116°. Che si conferma capocannoniere assoluto di questa manifestazione con ben 11 reti.

Termina l’era Italiano

 Vincenzo Italiano è arrivato a Firenze nel 2021, dopo una salvezza quasi miracolosa ottenuta con lo Spezia.

Il percorso di Italiano a Firenze resta importante. Ha ereditato una Fiorentina che a malapena otteneva la salvezza a pochissime partite dalla fine del campionato e l’ha portata a disputare ben 3 finali in circa 365 giorni.

Due di queste 3 finali sono europee. Ma l’averle perse tutte resta una macchia quasi indelebile.

E quella disputata stasera ad Atene sembrava l’occasione perfetta per chiudere un cerchio e uscire dalla scena da vincitori. Ma cosi non è stato.

La Fiorentina ripartirà il prossimo anno con un nuovo allenatore (ancora tutto da stabilire su chi sarà il successore di Italiano) e sarà fondamentale effettuare una scrematura della rosa.

Un attacco fin troppo sterile e una batteria di difensori centrali di livello non eccelso.

Italiano, invece, resta un allenatore abbastanza richiesto in giro per l’Italia. Sfumata l’ipotesi Napoli, persiste la possibilità di allenare il Bologna e disputare la Champions League il prossimo anno.

Quella di stasera non è però soltanto una sconfitta per la Fiorentina, ma anche per tutto il sistema calcio italiano che avrebbe avuto la possibilità di mandare la prossima stagione ben 9 squadre a disputare le coppe europee. Ma la sconfitta della viola ha tagliato fuori il Torino.

Fiorentina – Italiano termina qui. E’ il rammarico a prendere il sopravvento, ma il percorso resta assolutamente positivo. Nonostante tutto.

Contributo esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui